PADI si prepara alla Giornata della Terra stringendo partnership per sostenere i nostri oceani

Rancho Santa Margarita, California – 19 aprile 2017 – A pochi giorni alla Giornata della Terra, PADI® continua nella sua storica attività di conservazione stringendo alcune partnership per supportare due de Le quattro colonne del cambiamento: Salute degli Oceani e Protezione degli Animali Marini. Mentre continua a sostenere l’impegno di Project AWARE® per ridurre la quantità di rifiuti marini e per proteggere squali e razze di mare in pericolo, PADI supporta iniziative di altre organizzazioni che stanno avendo un impatto positivo sul pianeta oceano, tra cui la Il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite e Mission Blue™.

Oceani sani per un pianeta sano

In linea con il documento Obiettivo di sviluppo sostenibile n.14 delle Nazioni: Life Below Water, i PADI Regional Headquarters, gli affiliati e i subacquei in tutto il mondo possono contare su forze maggiori per proteggere e utilizzare in maniera sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine. In vista della Giornata Mondiale degli Oceani, che si celebrerà l’8 giugno 2017, PADI si unirà al dialogo #SaveOurOcean iniziato dal Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite per sostenere l’implementazione dell’obiettivo di sviluppo sostenibile n. 14. Tramite i canali di comunicazione PADI, i membri e i subacquei PADI potranno partecipare a vari dibattiti su come aumentare la consapevolezza sulla salute degli oceani e sugli effetti che ciò avrà sul più ampio programma di sostenibilità: porre fine alla povertà, proteggere il pianeta, e assicurare prosperità per tutti.

Inoltre, PADI lavora a stretto contatto con Mission BlueTM per sostenere il loro impegno nella protezione delle aree marine. La condivisione di storie sugli Hope Spots – un termine coniato dal Dr. Sylvia Earl e Mission Blue che indica alcune località considerate critiche per la salute degli oceani – aiuta ad identificare alcune aree antesignane delle are marine protette. L’individuazione di questi Hope Spots forniscono, alla famiglia PADI e alla comunità subacquea, un’opportunità per raggiungere l’obiettivo stabilito dal Congresso Mondiale per la Conservazione della Natura IUCN: proteggere, entro il 2030, il 30 per cento dei nostri oceani. Nei prossimi mesi, la comunità PADI, unendosi al riconoscimento di importanti aree marine, condividerà l’impegno per la protezione di una parte sempre maggiore delle nostre risorse acquatiche.

Un’immersione alla volta

Grazie al sostegno da parte di PADI, Project AWARE continua il suo lavoro vitale di protezione dei nostri oceani – un’immersione alla volta. Da azioni collettive a livello locale a cambiamenti più ampi a livello politico, Project AWARE, in collaborazione con i membri e i subacquei PADI, si impegna costantemente per la riduzione della quantità di rifiuti marini negli oceani e per la protezione delle specie di squali e razze di mare più minacciate al mondo. Per il futuro degli oceani, il supporto da parte dei subacquei è fondamentale. I subacquei PADI sono costantemente incoraggiati a contribuire attivamente all’attività di conservazione, sia durante le loro immersioni, sia tramite le loro donazioni a Project AWARE, oltre che con le iniziative Dive Against Debris® and Adopt a Dive SiteTM. Tutti i professionisti, inoltre, possono usufruire dell’Action kit – 10 consigli subacquei per proteggere il pianeta oceano.

Sebbene l’implementazione del suo nuovo programma di responsabilità sociale sia ancora agli inizi, PADI si impegna a sensibilizzare i suoi membri e subacquei a sostenere, in base a Le quattro colonne del cambiamento, gli impegni globali per migliorare il futuro degli oceani. Grazie all’impegno nella riduzione dei rifiuti marini, nella creazione di nuove aree marine protette e nella protezione degli animali marini, possiamo aumentare la biodiversità e lavorare per una gestione sostenibile degli oceani e delle loro risorse. Sebbene questi concetti saranno ribaditi durante la Giornata della Terra, che si terrà il 22 aprile 2017, PADI si impegna a metterli in primo piano durante tutto l’anno. Ogni giorno, i membri e i subacquei PADI guidano il cambiamento e condividono le loro storie per ispirare gli altri a fare la stessa cosa. Se hai una storia da condividere, inviala all’indirizzo email [email protected].

Sii il migliore. Sii PADI – The Way the World Learns to Dive®

The post PADI si prepara alla Giornata della Terra stringendo partnership per sostenere i nostri oceani appeared first on PADIProsEurope.

Training Bulletin Live – Secondo Trimestre 2017

Sono in arrivo i webinar del Secondo Trimestre del Training Bulletin Live. Come sempre, parleremo dei cambiamenti relativi ai nuovi standard, daremo informazioni generali sugli aggiornamenti e vedremo da vicino come questi potranno essere integrati nel tuo addestramento.

Unisciti a noi, nella tua lingua preferita e nelle date elencate qua sotto. Se perdi l’evento live, con l’iscrizione riceverai un’email di promemoria che ti collegherà alla registrazione.

Inglese 24 Aprile
https://attendee.gotowebinar.com/register/2930584796547312898

Arabo 25 Aprile
https://attendee.gotowebinar.com/register/8078102415043403522

Spagnolo 26 Aprile
https://attendee.gotowebinar.com/register/4983843597163215618

Portoghese 2 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/4845453566301593603

Olandese 3 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/8403878914260496386

Tedesco 4 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/1890275274292197890

Italiano 8 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/7181304446396351745

Polacco 9 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/1550473404751347458

Francese 10 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/3810743856017004290

Scandinavo/Nordico 11 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/2391023655907111170

Russo 17 Maggio
https://attendee.gotowebinar.com/register/5136911009142065922

Se avete domande riguardo al webinar, potete inviare un’email a [email protected]. Vi aspettiamo numerosi!

The post Training Bulletin Live – Secondo Trimestre 2017 appeared first on PADIProsEurope.

3 Motivi per Partecipare al PADI Women’s Dive Day

Ivana Orlovic

Photo: Ivana Orlovic

Il PADI Women’s Dive Day fu ideato per festeggiare e incoraggiare più donne a praticare la subacquea. Il primo PADI Women’s Dive Day fu organizzato nel 2015, e già dal secondo anno ha raddoppiato i partecipanti. Quest’anno, il 15 Luglio, migliaia di subacquei da tutto il mondo parteciperanno agli eventi PADI Women’s Dive Day (e porteranno i loro amici) per condividere il loro amore per il mondo della subacquea e una passione collettiva per le immersioni. Se ancora non siete convinti ti voler partecipare, ecco tre ragioni per prendere parte all’evento PADI Women’s Dive Day:

  1. Attrarre Nuovi Clienti Le donne rappresentano la metà della popolazione mondiale, ma le donne sono solo un terzo dei brevetti subacquei rilasciati nel mondo. Per fare un paragone: circa il 43 percento dei ciclisti ricreativi e il 54 percento dei giocatori di tennis sono donne.

Se ti fermi a pensare a questi dati, la media dei consumatori ‘di genere femminile’ è il cliente ideale della subacquea.

Grazie al PADI Women’s Dive Day, puoi accrescere il tuo bacino di clienti – non solo con donne, ma anche con i loro famigliari. Il tuo evento PADI Women’s Dive Day potrebbe includere una festa in piscina con un Bubblemaker, o un’esperienza Discover Scuba Diving in spiaggia.

Oltre alle ragioni di business legate al fatto di far avvicinare più donne alla subacquea, c’è anche l’incredibile opportunità di cambiare le vite: Aiutare una donna a scoprire la sirenetta che c’è dentro di lei, o ispirarla a diventare la prossima grande esploratrice degli oceani, come Sylvia Earle.

  1. Riportare in Acqua i Subacquei Inattivi Le donne sono più portate rispetto agli uomini ad abbandonare la subacquea. Utilizza il PADI Women’s Dive Day come un mezzo per invitare gli ex clienti a riaccendere la loro passione per il mondo subacqueo e a rinfrescare le loro abilità subacquee. Offri un corso speciale ReActivate™, o un corso di educazione continua PADI.

Alcuni PADI Dive Center hanno avuto successo prendendosi cura dei bambini; considera di avere come partner un servizio di assistenza per bimbi o di incaricare una babysitter. Offri ai genitori la possibilità di immergersi insieme, o aiuta la Mamma a prendere respiro (da un erogatore) mentre fa uno scuba review.

  1. Esplora Nuove Opportunità di Guadagno Chiedi a delle subacquee come la tua attività potrebbe aiutarle a godere più spesso dell’attività subacquea. Fai un questionario con domande a risposta aperta, ma sentiti libero di includere delle idee: come attrezzature subacquee create appositamente per donne, programmi per bimbi, ed eventi solo per donne.

PDI at Royal Hideaway 1

Photo: Pro Dive International

Come Partecipare al PADI Women’s Dive Day 15 Luglio 2017

Pianifica un Evento Dai un’occhiata ad alcune delle nostre idee che ci sono piaciute di più negli anni passati, o trova ispirazione dalla nostra Galleria Facebook del PADI Women’s Dive Day .

  • The in Alto Mare
  • Solo Ragazze in Barca
  • Una Notte Fuori per Ragazze (immersione notturna)
  • Discover Scuba Solo-Donne
  • Spiaggia delle Sirenette e Cleanup Subacqueo
  • Porta una celebrità, come il rubacuori internazionale PADI Diver Ryan Reynolds …o per lo meno una sua controfigura.

Per avere il massimo dell’esposizione mediatica i PADI Dive Centers e Resorts possono pubblicare il loro evento sul calendario eventi PADI Women’s Dive Day. Per iniziare, clicca sul link Ospita un Evento in cima alla pagina del PADI Women’s Dive Day , o visita la sezione My Account del PADI Pros’ Site. I membri singoli, non affiliati a un centro/resort subacqueo, sono incoraggiati a condividere le informazioni relative al loro evento con il loro ufficio regionale PADI. Per PADI EMEA manda email a [email protected]

Shared by Julie Andersen13754132_10154413026748112_5508359397239650375_n

Photo: Julie Andersen

Offri un Luglio Speciale

Non c’è motivo di limitare le tue attività a una giornata singola. Il PADI Women’s Dive Day può essere festeggiato per tutto il mese.

  • Offri uno sconto alle donne che vogliono provare a immergersi o che vogliono brevettarsi nel mese di Luglio.
  • Ospita un’attività sociale, come una degustazione di vini e invita coloro che sono già tuoi clienti a portare un’amica donna che non è subacquea.
  • Collabora con un’organizzazione no-profit che lavora con le donne. Offriti di donare $1 per ogni nuovo Like che ricevi sui tuoi social media tra il 1° e il 31 Luglio, oppure offri uno sconto speciale a coloro che faranno una donazione nel mese di Luglio.

Aiuta le Donne a Sentirsi Benvenute

Nel tuo negozio: Porta attrezzature, premi e altri oggetti che possono interessare delle donne subacquee. Considera di rimettere a posto il negozio in modo da renderlo agibile a passeggini e bambini. Sui social media: Festeggia le donne subacquee! Condividi foto di donne subacquee – staff, o persone del tuo club subacqueo – e le storie che presentino delle donne sul tuo blog PADI. Promuovi il tuo evento PADI Women’s Dive Day utilizzando #PADIWomen e #PADIWomensDiveDay su Twitter e Instagram. Sul tuo sito web: Mostra l’attrezzatura che hai negozio per le donne subacquee, idealmente con delle recensioni fatte dal tuo staff di donne. Promuovi le tue offerte e i tuoi eventi PADI Women’s Dive Day. Visita la pagina Le Donne nella Subacquea sul Sito PADI Pros’ per scaricare materiali di marketing personalizzabili sul PADI Women’s Dive Day. Durante e Dopo l’Evento Fai delle foto e incoraggia i partecipanti al PADI Women’s Dive Day a taggare le loro foto con #PADIWomen per avere la possibilità di essere menzionati sui canali sociali PADI.

Manda un ringraziamento veloce al tuo staff, ai tuoi clienti, e a tutti i partecipanti all’evento. Un veloce “grazie per aver supportato le donne nella subacquea” è perfetto, ma sentiti libero di cogliere l’occasione chiedendo, “Chi vuole farlo di nuovo il prossimo mese?”

Noi festeggiammo il primo PADI Women’s Dive Day nel 2015 con 335 eventi. L’anno dopo, la partecipazione al PADI Women’s Dive Day fu raddoppiata, con 700 eventi in più in 70 Paesi. Cosa bolle in pentola per le donne e per la subacquea nel 2017? Questo dipende da te.

The post 3 Motivi per Partecipare al PADI Women’s Dive Day appeared first on PADIProsEurope.

PADI Porta il Mondo ai Propri Membri

Il Team PADI è sempre impegnato a diffondere la subacquea e a incoraggiare più consumatori a scoprire lo stile di vita della subacquea attraverso i PADI Dive Centers e Resorts. PR dedicati e specialisti del marketing sono in contatto costante con i media, promuovendo opportunità di cambiare vita e offrendo avventure subacquee, e mostrando quanto sia facile poter iniziare. Il risultato? PADI ha raggiunto più di due bilioni di consumatori attraverso i media e le pubblicità fatte nel 2016; questa esposizione mediatica ha un valore medio che – qualora si pagasse per questo –supererebbe i 7 milioni di dollari.

22Mar17 PADI Media Reach Graphic

“PADI è in costante contatto con subacquei e non-subacquei, dipingendo la subacquea nella migliore maniera possibile, in modo da incoraggiare più persone a dedicarsi a questo sport,” dice Kristin Valette, PADI Worldwide Chief Marketing e Business Development Officer.

Il team PADI dedito al marketing attraverso i media è di nuovo al lavoro per il 2017 : promuovendo le attività subacquee in giro per il mondo, facendo crescere l’industria subacquea, condividendo le esperienze di trasformazione che la subacquea offre e creando nuovi portavoce nella conservazione dell’ambiente, dediti a proteggere i nostri oceani. Oggi, media illustri, vedono la PADI come l’organizzazione leader della subacquea, dedicando servizi speciali su giornali come: The New York Times, TravelChannel.com, USAToday.com, cntraveler.com, HuffingtonPost.com, e MensFitness.com. Di recente, PADI ha assicurato la sua presenza su Forbes.com (29.704.584 di visitatori al mese) promuovendo le 10 destinazioni subacquee da visitare nel 2017.

Oltre al continuo lavoro con i media, il team PADI si tiene in contatto con i subacquei attraverso un il sistema network PADI online, incoraggiando la comunità subacquea globale all’avventura e all’amore per gli oceani. I social media PADI aumentano la loro popolarità, al momento con più di 1.6 milioni di fan su Facebook, 86.400 follower su Instagram, 22.500 abbonati su YouTube e 470.000 ScubaEarthlings. “Il chiacchierio dei social media è importante perché il passaparola è una delle tecniche di marketing più efficaci nell’influenzare il comportamento delle persone,” dice Valette. “I Subacquei PADI ambiscono a diventare ambasciatori PADI, e attraverso le loro esperienze incoraggiano gli altri a immergersi e a esplorare. Le loro storie rappresentano il cuore della subacquea e vogliamo aiutare a diffondere i loro messaggi al mondo.

Mentre il team PADI è concentrato ad avere il meglio dal 2017, l’obiettivo non è solo quello di attrarre nuovi subacquei allo sport, ma anche ispirare i subacquei di tutti i livelli a diventare portavoce dell’oceano, dei suoi abitanti, della comunità subacquea mondiale e, principalmente, portavoce del futuro del pianeta. È con questa visione di base e con l’impegno di essere non solo i migliori nel mondo, ma anche i migliori per il mondo che PADI resta l’organizzazione leader nell’addestramento subacqueo.

Essere i Migliori. Essere PADI – The Way the World Learns to Dive®

The post PADI Porta il Mondo ai Propri Membri appeared first on PADIProsEurope.

Member Forum 2017 in Italia.

MF Logo

Dopo la presentazione del Member Forum dell’Eudi 2017 con circa 300 istruttori partirà il Tour Italiano dei Member Forum a cura dei Regional Manager Massimo Zarafa (Nord Italia) e Fabio Figurella (Sud Italia).

Il Member Forum PADI 2017 promette di essere un eccitante viaggio tra le tante novità PADI a livello globale e per il mercato Italiano. Questo Member Forum sarà un’eccellente occasione per discutere dei seguenti argomenti:

  • Prodotti & Standards PADI
  • Progetto Sea Sentinels con l’Università di Bologna
  • EVE Diving: un software Italiano solo per Centri PADI
  • Italy Dive Fest by PADI & DAN
  • Progetto Scuola D’Amare e Project Aware
  • Marketing Update & MyPADI Club

Oltre allo Staff PADI saranno presenti in alcune date salvo disponibilità il personale di DAN Europe, del progetto Sea Sentinels dell’Università di Bologna e del Distributore italiano di Materiale PADI: Acquasport Lecco s.a.s.

La registrazione è gratuita e raccomandata attraverso Eventbrite, cliccando su Ogni singola data potrai effettuare la registrazione ecco l’elenco com

Non perdere l’opportunità di incontrare lo staff PADI ed altri Membri della tua zona per confrontarti su tematiche comuni oppure… semplicemente per vedere altri amici dell’industria subacquea coi quali passare una piacevole serata.

Per eventuali domande ti preghiamo di contattare il tuoi Regional Manager PADI:

Massimo Zarafa

Fabio Figurella

 

 

 

The post Member Forum 2017 in Italia. appeared first on PADIProsEurope.

Eudi 2017 Un’Esperienza indimenticabile.

E’ da pochi giorni calato il sipario sul 25° Eudi Show e la sensazione che provo è di vuoto e di entusiasmo contemporaneamente, vuoto perché mi mancate! Entusiasmo perché siete la ragione vera del nostro andare avanti, del nostro lavorare a ritmi serrati per poter stare al vostro fianco, per potervi supportare, in quello che rimane il lavoro più bello del mondo, non tanto per aspetti pratici, e ovviamente men che mai per aspetti economici, ma soprattutto per la Passione!

12

Quello che ci lega: Istruttori, Operatori, Tour Operator, Case produttrici, e noi della didattica è la fortissima passione per il mare e per questa meravigliosa attività, e il forte legame che si crea, per ripetere una frase del nostro fortissimo Arnaldo diventiamo “Fratelli di mare”!

56

Un Eudi Show entusiasmante nei numeri, tantissima gente, abbiamo battuto ogni record, presenze, rinnovi, ordini, application, meeting, si respirava un’aria di vera euforia tanto da essere a detta di chi ha molti più anni di esperienza di me il miglior Eudi di sempre!

17155481_10211322811653544_6675987494767936740_n

Tantissime le novità italiane per darvi un supporto sempre più vicino, sempre più mirato alle nostre specificità locali:

  • Progetto Sea Sentinels con Università di Bologna;
  • Progetto Scuola D’Amare e accordo assicurativo con DAN Europe;
  • Software EVE tradotto interamente in Italiano;
  • Nuovi programmi didattici AOWD e traduzioni finalmente in arrivo;
  • Italy Dive Fest By PADI & DAN;
  • Collaborazioni a 360 con produttori e partner esterni come Samsung.

DAN1915

Tutto questo è stato presentato durante un member forum super partecipato (circa 300 persone presenti) e da domani questo Member Forum sarà portato in tutta Italia da Me e Massimo, potete verificare le date nelle vostre zone andando su link di Eventbrite:

10

MEMBER FORUM EVENBRITE

Stiamo pianificando ben 4 Business Academy Light per darvi un supporto concreto sul business e sulle nuove frontiere del webmarketing, presto il calendario definitivo delle PBA Italiane.

Durante il 2017 saremo come sempre al vostro fianco per supportare tutti gli eventi possibili come Pool Party, Go Pro Night, il PADI Woman Dive Day del 15 Luglio 2017!

26

Non abbiamo il dono dell’ubiquità non riusciamo ad essere ovunque, quindi ci scuserete se qualche volta non riusciamo ad esserci ma oggi la nostra forza è essere TEAM ITALIA uniti professionalmente, uniti dalla passione, uniti dalla forza che voi ci infondete ogni anno con la vostra gioia, il vostro calore, il vostro coraggio la vostra passione. Grazie di cuore a tutta i “PADI People” Italiani!

17156260_10211322810333511_4863215010945641766_n

In questo Eudi Abbiamo come al solito premiato alcuni Centri che si sono distinti: CONGRATULAZIONI! Abbiamo fatto un mega Party Sabato, grazie a tutti i partecipanti, ma un grazie particolare a 3 persone:

96

  • Arnaldo: per la musica, la festa e la gioia che sa portare sempre con se;
  • Federico Morra: per averci offerto ancora da bere quando tutto era finito;
  • Carmelo La Monica: per i CANNOLI!

39

Un grazie al Team di ACQUASPORT Lecco, nostro Distributore ufficiale in Italia sempre presente all’Eudi, Grazie ad Alberto ed al suo Staff.

17098226_647861972068791_7723852291549004823_n

Permettetemi infine di ringraziare i miei colleghi: Jonas, Massimo, Marco, PG, Simona, Serena perché sono una squadra formidabile! Un grazie speciale a Serena che quest’anno tutta sola ha saputo gestire magistralmente gli aspetti logistico-organizzativi dello Show.

42

Ecco il loro commento dell’Eudi:

Jonas:

“Sono nel settore della subacquea da più di 25 anni e ho lavorato in tutto il mondo, ma non ho mai visto una comunità subacquea tanto vivace come quella italiana. Trascorrere alcuni giorni con questa straordinaria comunità durante la fiera EUDI è stato estremamente produttivo e divertente. PADI EMEA sta capendo l’importanza del mercato italiano e per questo qui investiamo più che in altri paesi. Insieme a tutto il Team italiano di PADI EMEA e ai nostri partner, continuiamo a creare progetti scuola ed eventi, tra i quali gli eventi a Lecco, Genova e Ustica, con partner quali: DAN, Divers Alert Network e PADI on Tour. L’EUDI solitamente ci dà un indicazione di come sarà l’anno subacqueo in Italia; e da come sono andati gli ultimi giorni, sono convinto che sarà un anno fantastico. Insieme siamo i numeri 1.”

20

Massimo:

“Questo è stato un anno speciale, il 25° Anniversario di Eudi Show ed è stato fantastico poter festeggiare tutti insieme.

Ma un pensiero speciale va ai 267 Membri PADI che hanno partecipato al Member Forum, abbiamo lanciato iniziative solo per il mercato Italiano e questo grande sforzo locale fatto da PADI (che è la didattica n. 1 al mondo e quindi una realtà globale) è stato molto apprezzato dai nostri Membri.

Ed ora pensiamo al 2017 ed a tutti i progetti ed eventi che abbiamo lanciato all’Eudi Show!”

41

Marco:

“Da poco finita l’edizione 2017 dell’EUDI e porto con me due parole: entusiasmo e ottimismo. Negli ultimi due anni, il team PADI Italia ha lavorato a stretto contatto con i professionisti e i centri PADI per dare nuova energia al mercato della subacquea italiana e ci siamo riusciti completamente. Il Member Forum ha avuto il maggior numero di presenze nel territorio EMEA, i centri PADI e i professionisti presenti hanno espresso a tutti noi il loro entusiasmo per la situazione attuale. Spero di incontrarvi ancora durante gli esami o eventi. Grazie a tutti per il vostro lavoro e vi auguro un 2017 di grande successo!

54

Serena:

“EUDI 2017 è stata una fiera piena di sorrisi e persone di cuore legate dalla stessa passione per la subacquea. Ringrazio tutti i centri e soci PADI per l’affetto e la passione che ci riempie il cuore e ci permette di continuare a fare il nostro lavoro con forza e dedizione. Tutti insieme siamo stati forti, allegri e positivi. Grazie ancora e a presto!”

45

Simona:

“L’atmosfera allo Show è stata fantastica. Abbiamo avuto dei riscontri molto positivi da parte di chi veniva al nostro stand e tutti sembravano molto soddisfatti del nostro servizio e orgogliosi di fare parte della famiglia PADI. Si respirava un clima di energia positiva.”

18

PG:

“Ho la fortuna di fare un lavoro che amo, di svegliarmi con la curiosità di una nuova giornata lavorativa addosso e di fare il pendolare con il sorriso stampato in faccia. E’ così da quando sono un professionista PADI (2001) e lo è ancor di più da quando ho iniziato a lavorare a Bristol per PADI EMEA (2012). L’EUDI non marca solo l’inizio della stagione subacquea in Italia ma è il luogo dove mi rendo conto che grazie a PADI non sono l’unico ne uno dei pochi. Incontrare così tanti PADI Divemaster, Assistenti Istruttori, Istruttori e Direttori di Corso in poche ore mi riempie il cuore di gioia! Insieme siamo stati i numeri uno della subacquea per 50 anni e lo saremo per i prossimi 50!”

55

Grazie veramente ad ognuno di voi che siete venuti a trovarci a Bologna! Continuiamo alla grande per questo 2017 in Italia e vi aspettiamo al prossimo EUDI 2018!

GO GO GO!

SCARICA LE FOTO

 

 

 

 

 

The post Eudi 2017 Un’Esperienza indimenticabile. appeared first on PADIProsEurope.

Un Fine Nobile: I Quattri Pilastri del Cambiamento di PADI

Negli ultimi 50 anni PADI® è diventata una rete globale di centri subacquei, resort e membri professionisti che fanno molto di più che insegnare subacquea, vendere attrezzature subacquee e organizzare viaggi subacquei. I Membri PADI trasformano le vite tutti i giorni. Insieme, abbiamo certificato milioni di subacquei, ambasciatori e protettori del nostro pianeta acqua.

E il nostro pianeta acqua ha bisogno di ogni subacqueo, ambasciatore e protettore possibile. Otto milioni di tonnellate di plastica vengono buttate nei nostri oceani ogni anno. C’è così tanta plastica che utilizziamo termini come “zuppa di plastica” per descrivere gli enormi accumuli. Le temperature elevate e l’acidificazione dell’oceano hanno effettivamente distrutto il 20 percento delle barriere coralline nel mondo. La pesca eccessiva è fuori controllo. Alcune specie di squali sono al limite dell’estinzione, i loro numeri si sono ridotti dell’80 percento – la perdita all’apice della catena alimentare di questi predatori getterebbe l’intero ecosistema nello scompiglio.

Nel suo insieme, la PADI si prende l’impegno di agire come un esercito del bene nel mondo. Connettendo i subacquei con la famiglia PADI e dandogli il potere di agire su questioni importanti per la nostra industria, possiamo diventare un potente catalizzatore per il cambiamento. Se possiamo coinvolgere i subacquei in giro per il mondo lo possiamo fare in maniera ancora più efficace localmente e il cambiamento globale sarà inevitabile.

Questo è il motivo per cui i Quattro Pilastri per il Cambiamento di PADI sono stati lanciati nel 2016. Queste quattro iniziative mettono in luce il nostro fine:

IL BENESSERE DELL’OCEANO: Supporta gli sforzi globali per un oceano sano. Aiuta Project AWARE a rimuovere i detriti marini e crea delle collaborazioni con le Aree Marine Protette in giro per il mondo.

 

TUTELA DEGLI ANIMALI MARINI: Proteggi la biodiversità delle specie marine. Aiuta Project AWARE® e altre organizzazioni che lavorano per promulgare leggi, educare le persone e combattere il taglio delle pinne degli squali e la pesca eccessiva.

 

GENTE E COMUNITÀ: Fai il possibile per aiutare a costruire delle infrastrutture subacquee e supportare l’addestramento delle persone del posto perché siano promotori della tutela. Educa e supporta le comunità locali per diffondere l’atteggiamento mentale verso la protezione, necessaria per il benessere dell’oceano e per la tutela delle creature marine.

 

SALUTE E BENESSERE: Come aiutiamo il mondo a sanarsi esternamente, dobbiamo farlo anche internamente. Con la subacquea, molte persone hanno trovato speranza per il loro futuro. Storie di vittorie verso le avversità, le malattie e le difficoltà grazie al potere curativo della subacquea. Condividi le storie incredibili sulla trasformazione personale così che ne possano beneficiare gli altri.

Questi messaggi forti fanno da cassa di risonanza per le persone provenienti da tutto il mondo. La gente vuole essere coinvolta con enti che facciano la differenza, ma devono prima sapere di chi si tratta, perciò è importante spargere la voce. Dai un’occhiata al tuo attuale programma di comunicazioni, aggiungi a questo un qualcosa che possa essere adeguato a particolari necessità e situazioni locali. Probabilmente lo starai già facendo, ma fai in modo che diventi una priorità far sapere alle persone il tuo impegno e condividerlo è un mezzo potentissimo per fondare le basi nei subacquei, ambasciatori e protettori dai quali il nostro pianeta acqua dipende.

Non c’è giorno migliore del 22 aprile 2017, La Giornata della Terra, per mettere in luce il tuo impegno con i Quattro Pilastri per il Cambiamento. Dal 1970, La Giornata della Terra, si è concentrata sulle questioni ambientali ed hanno dato voce a un’emergente coscienza globale. Ora, 47 anni dopo, La Giornata della Terra, continua a essere d’ispirazione, lancia idee, innesca passioni e spinge le persone  all’azione. È un’opportunità perfetta per far sapere alla tua comunità locale del tuo impegno per l’ambiente, e questa è giusto quel tipo di notizia che in genere risveglia i media locali.

The post Un Fine Nobile: I Quattri Pilastri del Cambiamento di PADI appeared first on PADIProsEurope.

Monitorare i Parametri Vitali

Articolo di DAN Staff

Essere capace di eseguire correttamente e velocemente le cure di primo soccorso può fare la differenza tra la vita e la morte, per uno studente subacqueo o un compagno d’immersioni. A prescindere dal tuo livello di esperienza personale con la gestione delle emergenze e la velocità d’intervento, dare il meglio in termini di cure richiede aggiornamenti regolari persino sulle abilità basiche, come il monitoraggio dei parametri vitali. Nel corso del tuo addestramento hai ricevuto un’introduzione sul come monitorare i segni vitali, ma quasi sicuramente non hai avuto necessità di praticarli. Un monitoraggio accurato delle condizioni dell’individuo non solo fornisce al personale di pronto soccorso un’ottima base per procedere con le cure, ma può anche velocizzare gli interventi medici di cui necessita e fornire un validissimo quadro clinico delle condizioni del paziente. Quanto sei preparato a utilizzare le tue abilità per un sostegno di base alle funzioni vitali, monitorando i parametri vitali di un paziente?

Tempo

Il tempo è una misurazione importante negli interventi di emergenza. Bisogna registrare le condizioni del paziente regolarmente e il tempo corrispondente è vitale per creare un quadro dei sintomi del paziente. I quadri clinici possono essere utilizzati sia per determinare se le condizioni del paziente stanno peggiorando, e possono anche accelerare gli interventi medici. Pazienti che hanno serie condizioni cliniche necessitano una rivalutazione dei segni vitali ogni pochi minuti, mentre i pazienti stabili dovrebbero essere controllati ogni ora.

Stato of Coscienza

Lo stato di coscienza di un paziente può essere uno dei principali indicatori che rivelano lo stato di salute del paziente. Lo stato di coscienza è generalmente valutato con quattro domande di base:

Come ti chiami?

Dove siamo?

Che ore sono?

Cos’è successo?

Se un individuo può rispondere a tutte queste domande con ragionevole accuratezza, allora puoi quantificare lo stato di coscienza come “Allerta e Rivolta a Persona, Posto, Tempo e Evento.” Se il paziente non può rispondere a queste domande, o è inconscio, puoi andare avanti con le valutazioni dello stato di coscienza determinandogli stimoli verbali o di dolore. Mentre questo può fornire informazioni utili agli operatori professionisti, non deve cambiare le cure che fornisci come professionista subacqueo.

Polso

Il Polso può essere un indicatore effettivo della salute di un individuo, specialmente se viene misurato non solo il battito cardiaco. Per valutare un polso, metti delicatamente due dita sull’arteria carotidea (di fianco alla trachea, sul collo) o sul polso del paziente appena alla base del pollice (pulsazione radiale). Se non riesci a sentire il battito, prima assicurati della posizione delle tue dita e poi controlla che tu non stia pigiando troppo forte o troppo delicatamente. Non controllare solo la velocità dei battiti cardiaci, ma anche la forza e la regolarità del battito perché questi possono essere fattoti importanti per determinare la gravità delle lesioni.

Respirazione

Un corpo non può sopravvivere per più di pochi minuti senza ossigeno, perciò bisogna monitorare regolarmente le respirazioni del paziente. Visto che molte persone altereranno la loro respirazione sapendo che stai provando a contare i loro respiri, inizia a contare le loro respirazioni subito dopo aver misurato il polso del paziente. Presta attenzione al suono e ascolta se senti rantolare, respirare a fatica, o in modo artificiale – queste potrebbero indicare la presenza di specifiche condizioni di cui deve essere al corrente il personale medico.

Per avere maggiori informazioni sulla salute e sulla sicurezza del subacqueo per i professionisti subacquei iscriviti alla newsletter della Dan per professionisti subacquei, Bottom Time.

The post Monitorare i Parametri Vitali appeared first on PADIProsEurope.

Come Perfezionare i Tuoi Briefing Subacquei

Articolo di John Kinsella

“Avrei voluto fare un briefing più breve, ma non ho avuto tempo” Comprensibile, che arrivi al punto, i briefing subacquei devono essere mirati.

fiji10_712prvw

Qualche volte le cose piccole possono avere un grande effetto. Pensate ai diffusi briefing subacquei. Questa semplice e breve presentazione ha un’enorme influenza sul risultato finale dell’immersione e, specialmente com’è stato messo in luce nell’articolo sulla Gestione del Rischio, nel primo trimestre del 2017 del The Undersea Journal, è un’ottima idea assicurarsi che i briefing subacquei vengano regolarmente rivisti, analizzati e migliorati.

Il caso legale menzionato nell’articolo dell’UJ si riferiva all’errore di una guida subacquea: il non includere informazioni sulle potenziali condizioni ambientali. Il fattore chiave che ha fatto decidere la corte è stato di non aver menzionato l’esistenza di queste condizioni ambientali potenziali ed eventuali: la guida ha ricevuto la pena più alta; malgrado il subacqueo avesse firmato un rilascio di responsabilità e ci sia stato un semplice errore procedurale.

Perciò che cosa includi tu in un briefing? Un buon inizio è quello di riguardarsi i materiali del Divemaster, in particolare le slates. Ci sono 10 punti da coprire:

1 – Il nome del sito subacqueo
2 – Descrizione del sito
3 – Il tuo ruolo
4 – Tecniche di entrata ed uscita
5 – Procedure subacquee
6 – Procedure d’emergenza
7 – Rivedere i segnali
8 – Lista e controllo con il compagno
9 – Orientamento ambientale
10 – Controllo di sicurezza pre-immersione

Alcuni di questi punti sono semplici e si spiegano da soli, altri sono un po’ più complicati e coincidono con altri. Per esempio, nella descrizione del sito subacqueo, assicurati di includere la topografia, i punti di interesse, i rischi, le condizioni, la profondità, orientamento, servizi, attrezzatura d’emergenza ecc. Senza dilungarsi sulle cose negative, includi scrupolosamente eventuali pericoli e le condizioni. Se, ad esempio, ci sono delle correnti dovute alle maree su un sito particolare, menzionale (e spiega come evitarle o affrontarle), anche se vi state immergendo in acque con correnti deboli.

Fiji10_568prvw.jpg

Alcuni di questi s’integreranno con le procedure subacquee, specialmente se ci sono procedure raccomandate per affrontare specifici rischi locali o specifiche condizioni ambientali. Con le procedure subacquee si coprono alcune tematiche come i corsi suggeriti, come evitare qualsiasi problema che potrebbe insorgere a causa di rischi e condizioni del sito, soste di sicurezza, riserva dell’aria, controllo del gruppo, ecc. Molti di questi varieranno da sito a sito.

Le procedure d’emergenza avranno a che fare con protocolli locali, in caso di separazione, poca aria o assenza totale, procedura per richiamare un subacqueo, dispositivi per i segnali di superficie, e così via. Nuovamente, essere esaustivi non significa terrorizzare, ma è importantissimo essere comprensibili.

Come puoi avere tutto questo con un briefing bello ma breve? Ironicamente, ci vuole del tempo per eliminare tecnicismi non necessari, parole incomprensibili e dettagli inutili, che sono tutte cose che di certo non sono essenziali in un briefing.

Un ottimo inizio è quello di scriverti queste informazioni per ciascun sito di immersione che visiti, così sei sicuro di avere qualcosa in mano che ti garantisce di non dimenticare. Inoltre usare il metodo della scrittura è perfetto per essere focalizzati e per essere sicuri che niente venga dimenticato. E non c’è maniera migliore per raccogliere suggerimenti dallo staff e dai clienti se non quello di dar loro una copia del briefing e chiedere loro un’opinione a riguardo.

Concisione, attinenza e impatto sono enormemente importanti: prenditi del tempo e focalizzati nell’includerli tutti.

The post Come Perfezionare i Tuoi Briefing Subacquei appeared first on PADIProsEurope.

Salva la Data: Il PADI Women’s Dive Day 2017

padi-womens-day-2-620x413

Nel 2016, uomini e donne, dal Michigan alle Maldive, alla Thailandia fino alla Turchia e qualsiasi altro Paese nel mezzo, hanno partecipato e organizzato gli eventi PADI® Women’s Dive Day, sono stati più di 700 in 77 Paesi in giro per il mondo. Subacquei nuovi ed esperti si sono trovati insieme, pronti a qualsiasi cosa: dal prendere un tè in profondità, al fare immersioni con gli squali, ai clean-up subacquei.

Entra a far parte anche tu della comunità del PADI Women’s Dive Day il 15 luglio 2017, evento organizzato per il terzo anno di fila. Promuovi la tua attività e rafforza sia la comunità subacquea locale che quella globale ospitando l’evento.

wdd17_logo_web-315x162

Le iscrizioni apriranno presto.

The post Salva la Data: Il PADI Women’s Dive Day 2017 appeared first on PADIProsEurope.