Intervista PADI Elite Instructor: Antoine Antoun, IDC Staff Instructor

Vieni a conoscere Antoine Antoun, PADI IDC Staff Instructor. Guarda il video qui sotto per ascoltare cosa significa essere, per lui, un professionista PADI e un Elite Instructor.

The post Intervista PADI Elite Instructor: Antoine Antoun, IDC Staff Instructor appeared first on PADI Pros Europe.

Intervista PADI Elite Instructor: Stefano Busca, PADI Course Director

Stefano Busca, PADI Course Director, ha ottenuto lo status di PADI Elite Instructor 2016, un riconoscimento che premia l’impegno e i risultati degli istruttori di maggior successo nel mondo.

Abbiamo parlato con Stefano per capire cosa significhi per lui essere un PADI Elite Instructor, e per saperne di più sui suoi successi e sulle sue aspirazioni future come professionista PADI.


Cosa ti ha ispirato a diventare Professionista PADI?                                                    Ho sempre avuto passione per lo sport e la vita a contatto con la natura e la libertà, il mio sogno era quello di lavorare nel mondo dello sport. Quando ho cominciato a fare subacquea mi sono subito reso conto che questa attività poteva corrispondere alla realizzazione del mio sogno lavorativo, in un ambiente fantastico animato da persone felici con tanta voglia di divertirsi.

Come pensi di essere cambiato personalmente e professionalmente diventando un Elite Instructor?                                                                                                             Tante persone si avvicinano oggi alla subacquea per evadere dalla routine della vita quotidiana e dai consueti problemi ed impegni. Penso che un istruttore di successo debba poter e saper proporre la subacquea nei suoi molteplici aspetti (sportiva ricreativa, specialità e Tec) per meglio soddisfare le esigenze e richieste del cliente. Personalmente ho fatto così!

Quali corsi PADI ti piace insegnare di più e perché?                                              Attualmente posso insegnare la quasi totalità delle immersioni di specialità effettuabili con il “circuito aperto”. Mi piace muovermi ed insegnare in tutti i tipi di ambiente, ma ho una passione più spiccata verso l’immersione profonda ed i relitti, fino ad arrivare alla massima espressione dell’esplorazione: l’immersione tecnica ricreativa. I programmi  TecRec forniscono all’istruttore ed al cliente la possibilità di muoversi in un ambiente “aperto” a pochi, una sorte di elite di subacquei, dove è fondamentale la preparazione tecnica ed atletica.

Cosa consideri come il tuo più grande successo nella carriera subacquea?      Essere diventato un PADI Course Director! Avere la possibilità di trasmettere la mia passione formando non solo studenti, ma addirittura istruttori è indubbiamente la miglior soddisfazione.

Cosa ti dà l’attività diving che niente altro ti dà?                                                   L’immersione mi offre la possibilità di evadere la quotidianità, di calarmi in un ambiente dove la vita a contatto con la natura è tanto intensa, che qualsiasi altro pensiero estraneo alla subacquea e all’immersione ne rimane escluso. Una fuga dalla realtà!

Hai dovuto superare tutte le paure, le sfide o gli ostacoli per arrivare dove sei ora nella tua Carriera subacquea?                                                                              L’impegno per giungere dove mi trovo ora è stato considerevole. Il sistema di addestramento proposto da PADI in tutti i settori, ad ogni livello di carriera, è però molto schematico; bisogna semplicemente credere in ciò che si sta facendo e lavorare costantemente al meglio delle possibilità! Il successo è assicurato!

Credi di poter cambiare la vita degli altri attraverso la subacquea?                      Certamente! Le persone scoprono nella subacquea un’attività straordinaria ed entusiasmante. Negli ultimi tempi sempre più studenti si avvicinano alla subacquea, avendo come obbiettivo il professionismo; tantissimi diventano istruttori per lavorare nella subacquea a tempo pieno. Ad oggi ho formato istruttori che stanno lavorando nelle località più belle del pianeta: Mar Rosso, Maldive, Micronesia, ecc.

Descrivi in poche battute come convinceresti un non-diver ad imparare la subacquea?                                                                                                                 Ricordo un video presente in rete, in cui viene messa a confronto la vita di un impiegato con quella di un istruttore diving; dalla sveglia del mattino alla routine lavorativa in città, per il normale lavoratore e sulla spiaggia ed in mare per l’istruttore diving. In pochi minuti di immagini si esprime al meglio l’essenza della subacquea e l’entusiasmo per il diving.

Come Istruttore PADI Elite come ti senti ad essere riconosciuto uno degli istruttori Top del 2016?                                                                                                                 Essere un “Elite Instructor” è indubbiamente un importante riconoscimento, una gratificazione al tantissimo lavoro svolto ed un incentivo a migliorarsi ancora. Nel 2016 ho emesso oltre duecento certificazioni, questo rende impegnativa la sfida a fare ancora di più, ma l’importante è continuare a lavorare al massimo, senza curarsi di un solo obbiettivo finale; concentrarsi sul proprio lavoro ci porta alla fine, al raggiungimento di nuovi importanti traguardi.

Cosa significa “My PADI” per te?                                                                                    “My PADI” rappresenta per me uno stile di vita, un’opportunità di trasformare i sogni in realtà! Uno slogan che “gira in rete” recita: “se fai il lavoro che ami, non lavorerai un giorno nella tua vita!”.

Cosa diresti agli altri Istruttori PADI che sperano di diventare Istruttori Elite?           A un altro istruttore PADI mi sento di consigliare di lavorare sempre al meglio delle possibilità, nel rispetto degli standard didattici che contraddistinguono il marchio della agenzia subacquea più prestigiosa al mondo……. PADI!

The post Intervista PADI Elite Instructor: Stefano Busca, PADI Course Director appeared first on PADI Pros Europe.

Intervista PADI Elite Instructor: Kerrie Eade, PADI Course Director

 

Kerrie Eade, PADI Course Director, ha ottenuto lo status di PADI Elite Instructor 2016, un riconoscimento che premia l’impegno e i risultati degli istruttori di maggior successo nel mondo.

Abbiamo parlato con Kerrie per capire cosa significhi per lui essere un PADI Elite Instructor, e per saperne di più sui suoi successi e sulle sue aspirazioni future come professionista PADI.


Cosa ti ha ispirato a diventare professionista PADI?                                                    Ho imparato ad immergermi negli anni 90, in mezzo a subacquei di sesso maschile. Anche allora, sentivo che molte più donne avrebbero dovuto diventare subacquee, sia a livello ricreativo che professionale. In questo tipo di ambiente subacqueo, amavo la sensazione di dovermi sempre mettere alla prova e quindi, dopo il corso PADI Rescue Diver, ho deciso di diventare PADI Divemaster. Il resto è storia.

Come pensi di essere cambiata personalmente e professionalmente diventando un Elite Instructor?                                                                                                                  La mia è stata un’avventura molto divertente e che mi ha cambiato la vita. Come PADI Divemaster, mi sono trasferita in Spagna e ho cominciato a lavorare come guida subacquea, fino a quando sono diventata PADI Open Water Scuba Instructor. Ho deciso che volevo rimanere nel settore subacqueo e, quando il centro nella mia zona è stato messo in vendita, l’ho comprato! Professionalmente sono progredita fino a diventare PADI Course Director e titolare di un centro, e non mi sono mai sentita così viva e stimolata.

Quali corsi PADI preferisci insegnare e perché?                                                      Adoro insegnare il corso PADI Rescue Diver, dal momento che è un’esperienza molto positiva per i partecipanti e a me piace vederli diventare sempre più sicuri di loro stessi. Inoltre, mi piace molto insegnare i corsi IDC, perché riesco a condividere i momenti più belli – e quelli meno belli – con i candidati istruttore e riesco a fare la differenza.

Quale consideri essere il più grande successo nella tua carriera subacquea?            Il mio più grande successo nella subacquea è stato di diventare PADI Course Director nel 2016, seguito – a breve distanza – dal portare un centro sub in fallimento a diventare quel grande successo che oggi è Ocean Turtle Diving.

Cosa ti dà la subacquea che niente altro ti dà?                                                              La pace. Ho due bambini piccoli e un’attività che mi assorbe molto, con uno staff numeroso e molti clienti. Quando mi immergo, trovo un po’ di tempo per me stessa: pace, tranquillità, rilassamento e un po’ di spazio.

Hai dovuto superare paure, sfide o ostacoli per arrivare dove sei ora nella tua carriera subacquea?                                                                                                           La mia più grande sfida era, ed è tutt’ora, il tempo. Con una giovane famiglia, è difficile avere abbastanza tempo per insegnare, gestire ed espandere l’attività, immergermi, essere una madre e una moglie! Spesso lavoro sette giorni la settimana, ma cerco di accorciare molti di questi giorni per passare un po’ di tempo con la mia famiglia. Fortunatamente, mio marito è una persona fantastica e molto tollerante della mia passione!

Credi di cambiare la vita degli altri attraverso la subacquea?                                Senza dubbio, ma non mi sognerei mai di prendermi il merito di ciò! I subacquei sono coloro che lavorano per cambiare la propria vita per il meglio. La Mission Statement di Ocean Turtle Diver è “Cambiare la vita e far sì che i sogni si avverino” – è scolpita sulla parete del centro e facciamo del nostro meglio per mantenere quella promessa.

 

Descrivi in poche battute come convinceresti un non-diver ad imparare la subacquea?                                                                                                                       Non cercherei mai di convincere qualcuno, che non vuole imparare a immergersi, a farlo; cerco, però, di conoscere quanto più possibile le persone per capire quali sono i loro interessi. C’è sempre qualcosa di cui sono appassionati (fotografia, esplorazione, viaggi, storia, ecc.) che potrebbe essere fatto sott’acqua, in un modo nuovo e interessante.

Come PADI Elite Instructor come ti senti ad essere riconosciuta come uno degli istruttori Top del 2016?                                                                                                        È un onore. Non mi sento di fare di più o di meno di ciò che fanno i ragazzi e le ragazze intorno a me – a Ocean Turtle Diving abbiamo una fantastica squadra e lavoriamo tutti molto duramente. Quest’anno, ci sono almeno quattro di noi in lista per questo prestigioso riconoscimento, cosa di cui sono estremamente orgogliosa. Ciò mi dimostra che, anche se il settore subacqueo non vive uno dei suoi migliori momenti, puoi sempre dare un servizio impeccabile e aggiungere valore all’attività. Ci sono ancora molte persone che vogliono imparare a immergersi, continuare a farlo ed espandere la loro conoscenza.

Cosa significa “My PADI” per te?                                                                                    Per me PADI è un braccio amico e protettivo intorno a me – sono fortunata ad avere un fantastico team che mi incoraggia, mi spinge, mi stimola e mi supporta.

Cosa diresti agli altri Istruttori PADI che sperano di diventare Elite Instructor?     Non si tratta solo di numeri. Concentratevi sul far vivere una grande esperienza, a dare il beneficio del vostro tempo e della vostra esperienza a ogni studente / candidato / cliente / subacqueo, e il resto arriverà da solo.

The post Intervista PADI Elite Instructor: Kerrie Eade, PADI Course Director appeared first on PADI Pros Europe.

Intervista PADI Elite Instructor: Jordan Topkoski, PADI Master Instructor

Jordan Topkoski, PADI Master Instructor, ha ottenuto lo status di PADI Elite Instructor 2016, un riconoscimento che premia l’impegno e i risultati degli istruttori di maggior successo nel mondo.

Abbiamo parlato con Jordan per capire cosa significhi per lui essere un PADI Elite Instructor, e per saperne di più sui suoi successi e sulle sue aspirazioni future come professionista PADI.


Cosa ti ha ispirato a diventare professionista PADI?                                                     La subacquea ricreativa mi ha permesso di vedere alcune tra le cose più belle e di divertirmi tanto. Mi ha ispirato a condividere queste straordinarie esperienze con altre persone che, secondo me, si stavano perdendo molto! E quale modo migliore per farlo che diventare un professionista subacqueo!

Come pensi di essere cambiato personalmente e professionalmente diventando un Elite Instructor?                                                                                                             Come istruttore, ho sempre avuto voglia di imparare di più e avanzare nella mia carriera PADI. Ho sempre letto gli aggiornamenti e gli standard PADI, in modo da rimanere aggiornato e mantenere, tra i miei colleghi, una buona reputazione personale. Personalmente, sono diventato più avventuroso e ho voglia di esplorare sempre di più, il che mi mantiene attivo sia dal punto di vista fisico che psicologico.

Quali corsi PADI preferisci insegnare e perché?                                                           Se dovessi scegliere, direi il corso PADI Open Water Diver perché non solo insegna ad immergersi, ma fa conoscere alle persone le gioie della subacquea! Vedere il sorriso di ogni studente, quando ricevono il loro brevetto, mi fa sentire orgoglioso di aver fatto loro conoscere un mondo completamente nuovo.

Quale consideri essere il più grande successo nella tua carriera subacquea?            Il mio più grande successo nella subacquea è stato il giorno in cui il mio PADI Instructor Examiner mi ha stretto la mano e mi ha dato il mio certificato PADI Open Water Scuba Instructor. Certo, da allora ci sono stati altri traguardi – come il mio PADI Certificate for Recognition of Excellence e, adesso, il PADI Elite Instructor Award. Alla fine, però, niente è meglio della sensazione che provi quando un tuo candidato completa con successo un corso PADI.

Cosa ti dà la subacquea che niente altro ti dà?                                                              La cosa che veramente mi meraviglia, e della quale non mi stanco mai, è la sensazione di libertà che provo quando esploro il mondo sommerso.

Hai dovuto superare paure, sfide o ostacoli per arrivare dove sei ora nella tua carriera subacquea?                                                                                           Certamente! Per molto tempo, avevo paura di trovarmi vicino all’acqua! Imparare a immergermi e capire come vedere e respirare sott’acqua mi ha sicuramente aiutato a superare questa paura. Adesso adoro immergermi e ogni tipo di sport acquatico.

Credi di cambiare la vita degli altri attraverso la subacquea?                                      Sì! Anche se, diciamoci la verità, non è così difficile cambiare la vita delle persone nel Mar Rosso, specialmente a Dahab, dove abbiamo tanta vita marina e reef spettacolari.

Descrivi in poche battute come convinceresti un non-diver ad imparare la subacquea?                                                                                                                         Se fosse una persona che ama l’avventura, direi che qui abbiamo qualcosa che non avrebbe la possibilità di provare ogni giorno, il che – sicuramente – non solo gli farebbe amare la subacquea ma gli permetterebbe di godersela per il resto della sua vita.

Come PADI Elite Instructor come ti senti ad essere riconosciuto come uno degli istruttori Top del 2016?                                                                                                        È una sensazione fantastica. Non avrei mai pensato di poter entrare a far parte di un’Elite, ma ciò dimostra che con determinazione, lavoro e passione, tutto è possibile. L’unica parola che mi viene in mente per descrivere le mie sensazioni è “orgoglioso”.

Cosa significa “My PADI” per te?                                                                                 PADI mi ha fatto conoscere il mondo della subacquea e mi ha cambiato la vita. Professionalmente, credo sia un sistema ben organizzato che – in modo semplice, divertente e facile – trasmette la conoscenza necessaria per immergersi in sicurezza. Come risultato, si è giustamente guadagnata il primo posto tra le agenzie didattiche al mondo e ha portato divertimento e gioia a milioni di persone.

Cosa diresti agli altri Istruttori PADI che sperano di diventare Elite Instructor?       Se avete la passione per la subacquea e amate lo stile di vita come professionisti PADI, non dovrebbe essere troppo difficile fare quel passo in più. Non rinunciate mai a lavorare con i vostri studenti e, prima che ve ne rendiate conto, sarete pronti a diventare un Elite Instructor.

The post Intervista PADI Elite Instructor: Jordan Topkoski, PADI Master Instructor appeared first on PADI Pros Europe.

Fai crescere la tua attività commerciale e fai il grande passo: diventa un PADI Dive Centre!

E’ un po’ di tempo che insegni e ti stai chiedendo quale potrebbe essere il tuo prossimo passo per sviluppare la tua carriera subacquea? Hai mai pensato di registrarti come PADI Dive Centre?

Come membro della PADI Retailer and Resort Association i tuoi benefici vanno ben al di là del prestigioso marchio PADI. Potrai trarre vantaggio da una completa gamma di benefici che garantiscono un maggiore flusso di subacquei alla tua attività.

Quali benefici riceverai come PADI Dive Centre o Resort?

  • Alta visibilità tramite il nostro PADI Dive Shop Locator
  • Visite in negozio e consulenze di business: fissa un incontro con il tuo PADI Regional Manager e ricevi supporto completo e individuale per far crescere la tua attività
  • Regional Consulting Team: consulenti di Vendita e Addestramento dedicati a supportare la tua attività
  • Offerte di vendita esclusive
  • Addestramento commerciale esteso con la nostra PADI Business Academy e tramite i nostri PADI Regional Manager dedicati che ti portano le ultime novità nel settore della subacquea
  • Supporto di marketing a portata di “dita”, tramite il sito PADI Pros, con numerosi strumenti di marketing, modelli email, una gamma di immagini ad alta risoluzione e molto altro
  • Accesso a eventi mondiali e regionali come il Women’s Dive Day che, tramite il nostro Event Locator dedicato, ti forniscono maggiore esposizione, così come eventi associati e prodotti esclusivi per il centro sub.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui, nel 2016, molti più centri sub e resort che mai si sono iscritti alla PADI Retailer and Resort Association (RRA) e il numero di associati al mondo eccede i 6.400.

Quindi, fai il grande passo, diventa PADI Dive Centre ed entra a far parte, oggi, di un sistema di standard di addestramento, di servizio al cliente di livello superiore e di supporto all’attività commerciale senza precedenti!

Se avessi delle domande su come diventare un Membro della PADI Retailer and Resort Association, mettiti in contatto con noi all’indirizzo email [email protected]

 

 

 

The post Fai crescere la tua attività commerciale e fai il grande passo: diventa un PADI Dive Centre! appeared first on PADI Pros Europe.

Partecipa Sabato 15 Luglio 2017 al terzo evento del PADI Women’s Dive Day

Negli ultimi due anni, subacquei da ogni parte del globo si sono ritrovati per il PADI Women’s Dive Day, accomunati dal loro amore per l’oceano e la loro passione per la subacquea. Questa tradizione, in crescita, continuerà il 15 Luglio 2017, rafforzando e sostenendo ulteriormente le donne nella comunità subacquea con una giornata di divertimento, avventura e socializzazione.

L’anno scorso, il 16 Luglio 2016, per il secondo anno di fila, i PADI Dive Centers e Resorts hanno ospitato più di 700 eventi del PADI Women’s Dive Day in 77 Paesi diversi. Dall’evento inaugurale nel 2015, il festeggiamento è continuato ed ha preso lo slancio. Subacquei nuovi ed esperti hanno provato di tutto, dal the in profondità, alle immersioni con gli squali, al clean-up subacqueo. Come risultato, i brevetti delle donne PADI sono aumentati notevolmente sia nel 2015 che nel 2016, restringendo il divario di genere nella subacquea.

Questo è stato possibile grazie all’entusiasmo e alla partecipazione dei Membri PADI in giro per il mondo, che hanno sostenuto questa iniziativa. Ora la ripetiamo di nuovo, solo più grande. Un maggior numero di subacquei nuovi. Più ambasciatori per il mondo subacqueo.

Partecipa al PADI Women’s Dive Day del 2017 per rafforzare e aumentare la comunità femminile nella subacquea, attrarre nuove donne verso la subacquea e l’apnea, e motivare le subacquee già esistenti a tornare in acqua e a continuare il loro addestramento subacqueo.

Inizia a pianificare il tuo evento PADI Women’s Dive Day del 2017 per il 15 Luglio 2017, seguendo questi semplici step.

1. Decidi che tipo di evento ospitare. Il tipo di evento da ospitare dipende interamente da te! Se organizzare un PADI Women’s Dive Day con corsi a tema, avere una giornata libera per le famiglie, organizzare immersioni divertenti o persino una serata fuori solo per ragazze con i tuoi subacquei, solo la tua immaginazione può limitare il tuo evento.

2. Membri Retail e Resort PADI, registrate il vostro evento sul Localizzatore di Eventi del PADI Women’s Dive Day. Nel registrare il vostro evento, assicuratevi di essere entrati nel Sito Pros con il vostro account come PADI Dive Center o Resort (non con un account da Membro Singolo), andate sulla pagina ‘My Account’ del Sito PADI Pros’, e cliccate su ‘Registra il/i vostro/i evento/i Women’s Dive Day’. Seguite le istruzioni per aggiungere il vostro evento in maniera semplice e veloce.

3. Professionisti PADI che ospitano un evento e che non sono affiliati ad un centro subacqueo/resort sono invitati a condividere le informazioni del loro evento con il loro ufficio regionale PADI

4. Promuovi il tuo evento. Utilizza piattaforme differenti per spargere la voce sul tuo evento – email, social media, pubblicità (stampata, online o in negozio), e un promemoria dell’evento. Visita la pagina Donne nella Subacquea del Sito PADI Pros per scaricare materiali di marketing personalizzabili del PADI Women’s Dive Day. Tagga i tuoi post su Twitter con #padiwomen per avere le tue notizie condivise sui Twitter Feed di padi.com/women-dive.

5. Posta un Ringraziamento Post Evento. Dopo l’evento manda dei ringraziamenti a tutti i partecipanti al tuo PADI Women’s Dive Day.       Un semplice “grazie per essere stati con noi” mantiene i subacquei coinvolti e li incoraggia a continuare a immergersi con te. Non ti dimenticare di includere i link, il telefono e una call to action. E assicurati di condividere le tue storie e le tue foto con i tuoi PADI Regional Headquarters! Tagga le foto del tuo evento che posterai sui social media con #padiwomen per mantenere attivi i tuoi canali sociali PADI.

Membri Retail e Resort PADI: Registrate il vostro evento PADI Women’s Dive Day per il 2017 ora! 

The post Partecipa Sabato 15 Luglio 2017 al terzo evento del PADI Women’s Dive Day appeared first on PADI Pros Europe.

Immergiti nel mondo dei Professionisti dell’apnea – Diventa PADI Freediver Instructor

L’apnea una volta che lancia il suo incantesimo, ti intrappola per sempre nella sua aura di meraviglia? Sei pronto a metterti in gioco e a portare la tua apnea a un nuovo livello? Vuoi fare un salto e passare dall’apnea ricreativa al mondo dei professionisti dell’apnea?

Diventare PADI Freediver Instructor sarà il tuo passaporto per il mondo professionisti dell’apnea, insegnando agli altri a ridefinire i propri limiti sotto la superficie sperimentando una libertà assoluta.

Diventare PADI Freediver Instructor non è solo questione di acquisire e comprendere le conoscenze necessarie, ma anche di raggiungere abilità eccezionali e un livello di resistenza che ti permetteranno di dimostrare ai tuoi studenti – agevolmente e in totale sicurezza – come immergersi in apnea.

Per iscriverti al Corso PADI Freediver Instructor devi essere preparato – fisicamente e mentalmente – a un minimo di quattro giorni di lezioni in aula e sessioni in acqua.

Ci sono tre certificazioni a livello Istruttore PADI Freediver.

  1. PADI Freediver Instructor: sei autorizzato ad insegnare il PADI Freediver ed il Basic Freediver.
  2. PADI Advanced Freediver Instructor: ai tuoi studenti, puoi insegnare tutti i programmi sino all’Advanced Freediver.
  3. PADI Master Freediver Instructor: puoi insegnare tutti i livelli, incluso il PADI Master Freediver.

Per ottenere la qualifica come PADI Freediver Instructor si possono seguire due percorsi. Il primo è per gli apneisti esperti che partecipando a un Corso di Addestramento PADI Freediver Instructor possono acquisire le abilità per l’insegnamento. Il secondo percorso prevede la partecipazione a un PADI Freediver Instructor Orientation ed è riservato a coloro che sono già istruttori di apnea e desiderano unirsi all’organizzazione PADI.

Nota che gli Istruttori Subacquei PADI Open Water (o anche di un livello più alto) che sono esperti apneisti e che sono anche in possesso di un brevetto PADI Advanced Freediver possono accedere direttamente alla qualifica di PADI Freediver Instructor inviando la Richiesta come PADI Freediver Instructor alle proprie Sedi Regionali PADI.

C’è veramente qualcosa di magico in questo sport che porta le persone a restarne stregate…lasciamo a te l’onore di trasmettere questa magia.

 

Se desiderassi ulteriori informazioni su come diventare PADI Freediver Instructor, ti preghiamo di metterti in contatto con il nostro Training Department.

The post Immergiti nel mondo dei Professionisti dell’apnea – Diventa PADI Freediver Instructor appeared first on PADI Pros Europe.

Perché diventare un PADI Five Star Dive Center?

Scopri i benefici esclusivi di cui potresti godere diventando un PADI Five Star Dive Center e come ti possono aiutare ad aumentare il tuo business subacqueo!

Quali sono i benefici di diventare un PADI Five Star Dive Center?

Poiché siamo nel bel mezzo dell’anno, questo è il momento giusto per guardare avanti e pensare agli obiettivi che vuoi raggiungere. Analizzare ciò che hai fatto ogni anno e stabilire obiettivi per la crescita sono momenti fondamentali di ogni business di successo.

Il livello di affiliazione PADI Five Star viene riconosciuto, su base annuale, a quei PADI Dive Centers che, mentre promuovono attivamente la consapevolezza dell’ambiente acquatico, offrono una gamma completa di programmi educativi PADI, scelta di attrezzatura e opportunità di esperienze subacquee.

Questi centri forniscono ai subacquei un servizio di qualità eccellente, presentano un’immagine professionale e promuovono attivamente i benefici della subacquea ricreativa, dello snorkeling, dei viaggi subacquei e della protezione ambientale. I PADI Five Star Dive Center abbracciano il sistema di educazione PADI e, per assicurarsi che i subacquei abbiano l’opportunità di migliorare le loro abilità e conoscenze, offrono regolarmente programmi di educazione continua. Questi centri sono attivi nella comunità e si impegnano a soddisfare i bisogni dei clienti, fornendo loro fantastiche esperienze subacquee.

Perché diventare un PADI 5 Star Centre?

Come PADI Five Star Dive Center ricevi benefici esclusivi, tra cui:

  • Uno sconto addizionale del 10% sul tuo livello di acquisto
  • Alta visibilità sul Dive Shop Locator
  • Autorizzazione a condurre i corsi PADI Assistant Instructor
  • Brevetti per gli studenti di colore oro e con grafica speciale, per evidenziare il livello superiore del tuo PADI Dive Center
  • £100 di credito per la pubblicità su Facebook, pubblicata da uno dei nostri team Marketing.
  • Una consulenza e-Marketing (di persona o online) con un nostro specialista, per rivedere la tua strategia di marketing digitale.
  • Revisione del tuo sito web per analizzare e migliorare il tuo SEO (Search Engine Optimisation)
  • Il PADI Marketing Toolkit per aggiornare il tuo PADI Five Star Dive Center con le ultime bandiere e poster
  • Regolari ed esclusive offerte di vendita, riservate ai PADI Five Star Dive Centers

Sei pronto a fare il salto?

Mettiti in contatto oggi con il tuo PADI Regional Manager per ottenere maggiori informazioni su come fare la richiesta per diventare un PADI Five Star Dive Center!

 

The post Perché diventare un PADI Five Star Dive Center? appeared first on PADIProsEurope.

Record nel numero di affiliazioni grazie all’eccellente servizio e supporto al business PADI

Nel 2016, mai così tanti centri e resort, rispetto agli anni precedenti, si sono uniti a PADI. Leggi perché così tanti di loro hanno scelto PADI…

29Mar17_bebestbepadi_02

Quando i centri sub pensano di unirsi alla famiglia PADI, scoprono una varietà di benefici, tra cui la possibilità di aumentare il profitto sui corsi, di sfruttare il miglior servizio di supporto al business nel mondo, di accedere a un servizio clienti senza eguali. Unisci tutto ciò alla forza del marchio PADI, rinforzato da 50 anni di eccellenza nell’educazione subacquea, e dalla dedizione e dal sostegno alla difesa del mondo acquatico, e capirai perché così tanti centri sub e resort scelgono PADI per una partnership di successo. Nel 2016, infatti, mai così tanti centri e resort, rispetto agli anni precedenti, si sono uniti a PADI, portando a oltre 6400 il numero di centri e resort affiliati nel mondo.

I PADI Dive Center e Resort usano il sistema di educazione subacqueo PADI per offrire programmi ed esperienze educative di qualità. Il risultato di tutto ciò è che, quando i clienti usano il Dive Shop Locator PADI, non vedono semplici segnaposti su di una mappa, ma centri autorizzati PADI.

Jim Copeland, della Copeland’s Inc., un PADI Dive Center situato a Corpus Christi, in Texas, USA, ha affiliato il suo centro alla PADI dopo essere stato con un’altra organizzazione didattica. “Mi sono piaciuti molto gli standard di addestramento PADI di ottima qualità. Non insegnavo così tanto da quando ho aperto il mio centro nel 1958! – ha così commentato Jim sul suo passaggio a PADI – Passare a PADI è stata una decisione difficile, ma non me ne pento. Tutto lo staff PADI è stato eccezionale, specialmente la nostra PADI Regional Training Consultant, Kristina Leadbeater: è favolosa.”

Il servizio che PADI dà ai suoi clienti è un beneficio che continua a ricevere tantissimi riconoscimenti. Ian Sutherland, di 3 Fathoms Scuba Ltd, un centro PADI a Winnipeg, in Manitoba, Canada, ripete gli elogi di Copeland per il team PADI. Dice Ian: “Nei due anni di affiliazione, non ho mai avuto nulla da ridire con il servizio clienti PADI”. Essendosi affiliato a PADI, dopo aver lasciato la precedente organizzazione didattica, Sutherland apprezza in particolare la prontezza dell’organizzazione nello rispondere ai suoi bisogni e nel comunicare con lui. “Debbie Parker, la mia Certification Coordinator, gestisce i clienti in maniera esemplare!”, ha inoltre affermato.

“PADI ha sempre considerato il servizio ai clienti di importanza fondamentale”, dice Drew Richardson, PADI Worldwide President and Chief Executive Officer. “In un periodo nel quale sembra che altri business riducano le risorse per il servizio ai propri clienti, i PADI Regional Headquarters si stanno espandendo per fornire un supporto al business di tipo prescrittivo, personalizzato, cioè, per rispondere ai bisogni dei clienti. Ad esempio, i PADI Regional Business Support Team comprendono un Territory Director, che si occupa degli specifici bisogni di un’area geografica, oltre ad un Regional Manager e a un Regional Training Consultant. Insieme, questo team fornisce strumenti efficaci e personalizzati per l’acquisizione e la ritenzione dei subacquei in ogni mercato, in modo da offrire ai PADI Dive Center e Resort un supporto al business di tipo prescrittivo.” Ogni PADI Regional Business Support Team comprende anche un membro dello staff Marketing Consultant and Customer Relations. Insieme, i team si adoperano per fornire ai membri PADI soluzioni di business e supporto di livello eccellente.

Per i proprietari dei centri, la profittabilità è sempre un elemento importante, ed è questo il motivo per cui PADI dedica così tante risorse allo sviluppo di programmi educativi di business. Molti di questi sono gratuiti per i membri PADI, tra cui un’ampia offerta di webinar sul Business della Subacquea, sia registrati che dal vivo e disponibili sul sito PADI Pros. Per una formazione più approfondita sul business, i membri PADI scelgono le PADI Business Academy. “Ho partecipato a quattro Business Academy – dice Matt Bolton, General Manager di Crystal Dive Resort a Koh Tao, Tailandia. “Il team PADI fa un lavoro veramente fantastico – organizzato, informativo e divertente – e riserva parecchi momenti dedicati alle consultazioni private.”

Qual è, in definitiva, il risultato finale di avere standard di addestramento senza precedenti, eccellente servizio ai clienti e supporto approfondito al business? Secondo Copeland, maggiore profitto. “Con padi – dice Jim – guadagniamo di più!”

Sii il migliore. Sii PADI – The Way the World Learns to Dive®

The post Record nel numero di affiliazioni grazie all’eccellente servizio e supporto al business PADI appeared first on PADIProsEurope.

PADI si prepara alla Giornata della Terra stringendo partnership per sostenere i nostri oceani

Rancho Santa Margarita, California – 19 aprile 2017 – A pochi giorni alla Giornata della Terra, PADI® continua nella sua storica attività di conservazione stringendo alcune partnership per supportare due de Le quattro colonne del cambiamento: Salute degli Oceani e Protezione degli Animali Marini. Mentre continua a sostenere l’impegno di Project AWARE® per ridurre la quantità di rifiuti marini e per proteggere squali e razze di mare in pericolo, PADI supporta iniziative di altre organizzazioni che stanno avendo un impatto positivo sul pianeta oceano, tra cui la Il Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite e Mission Blue™.

Oceani sani per un pianeta sano

In linea con il documento Obiettivo di sviluppo sostenibile n.14 delle Nazioni: Life Below Water, i PADI Regional Headquarters, gli affiliati e i subacquei in tutto il mondo possono contare su forze maggiori per proteggere e utilizzare in maniera sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine. In vista della Giornata Mondiale degli Oceani, che si celebrerà l’8 giugno 2017, PADI si unirà al dialogo #SaveOurOcean iniziato dal Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite per sostenere l’implementazione dell’obiettivo di sviluppo sostenibile n. 14. Tramite i canali di comunicazione PADI, i membri e i subacquei PADI potranno partecipare a vari dibattiti su come aumentare la consapevolezza sulla salute degli oceani e sugli effetti che ciò avrà sul più ampio programma di sostenibilità: porre fine alla povertà, proteggere il pianeta, e assicurare prosperità per tutti.

Inoltre, PADI lavora a stretto contatto con Mission BlueTM per sostenere il loro impegno nella protezione delle aree marine. La condivisione di storie sugli Hope Spots – un termine coniato dal Dr. Sylvia Earl e Mission Blue che indica alcune località considerate critiche per la salute degli oceani – aiuta ad identificare alcune aree antesignane delle are marine protette. L’individuazione di questi Hope Spots forniscono, alla famiglia PADI e alla comunità subacquea, un’opportunità per raggiungere l’obiettivo stabilito dal Congresso Mondiale per la Conservazione della Natura IUCN: proteggere, entro il 2030, il 30 per cento dei nostri oceani. Nei prossimi mesi, la comunità PADI, unendosi al riconoscimento di importanti aree marine, condividerà l’impegno per la protezione di una parte sempre maggiore delle nostre risorse acquatiche.

Un’immersione alla volta

Grazie al sostegno da parte di PADI, Project AWARE continua il suo lavoro vitale di protezione dei nostri oceani – un’immersione alla volta. Da azioni collettive a livello locale a cambiamenti più ampi a livello politico, Project AWARE, in collaborazione con i membri e i subacquei PADI, si impegna costantemente per la riduzione della quantità di rifiuti marini negli oceani e per la protezione delle specie di squali e razze di mare più minacciate al mondo. Per il futuro degli oceani, il supporto da parte dei subacquei è fondamentale. I subacquei PADI sono costantemente incoraggiati a contribuire attivamente all’attività di conservazione, sia durante le loro immersioni, sia tramite le loro donazioni a Project AWARE, oltre che con le iniziative Dive Against Debris® and Adopt a Dive SiteTM. Tutti i professionisti, inoltre, possono usufruire dell’Action kit – 10 consigli subacquei per proteggere il pianeta oceano.

Sebbene l’implementazione del suo nuovo programma di responsabilità sociale sia ancora agli inizi, PADI si impegna a sensibilizzare i suoi membri e subacquei a sostenere, in base a Le quattro colonne del cambiamento, gli impegni globali per migliorare il futuro degli oceani. Grazie all’impegno nella riduzione dei rifiuti marini, nella creazione di nuove aree marine protette e nella protezione degli animali marini, possiamo aumentare la biodiversità e lavorare per una gestione sostenibile degli oceani e delle loro risorse. Sebbene questi concetti saranno ribaditi durante la Giornata della Terra, che si terrà il 22 aprile 2017, PADI si impegna a metterli in primo piano durante tutto l’anno. Ogni giorno, i membri e i subacquei PADI guidano il cambiamento e condividono le loro storie per ispirare gli altri a fare la stessa cosa. Se hai una storia da condividere, inviala all’indirizzo email [email protected].

Sii il migliore. Sii PADI – The Way the World Learns to Dive®

The post PADI si prepara alla Giornata della Terra stringendo partnership per sostenere i nostri oceani appeared first on PADIProsEurope.