Project AWARE all’ EUDI Show: Scuola D’Amare

BANNER FACEBOOKScuola D’Amare, il primo programma strutturato e standardizzato per introdurre la subacquea e la protezione dell’ oceano nelle scuole medie italiane è ai blocchi di partenza! Il programma si basa su concetti quali sicurezza, rispetto per orgni tipo di diversità, conoscenza del mare e sarà accuratamente monitorato nel corso del 2015 e del 2016.

Porta l’Oceano in Classe!

  • Possono partecipare al Progetto “Scuola D’Amare” tutti gli alunni della scuola secondaria di primo grado delle città interessate dal progetto.
  • ll progetto “Scuola D’Amare”offre ai ragazzi la possibilità di seguire in aula un’ora di lezione e essere introdotti alla subacquea
  • Partecipa al PADI Member Forum all’ EUDI 2016 per sapere come aderire!

L’iniziativa è sostenuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Universita e della Ricerca ed è proposta da MSP Italia, associazione senza fine di lucro, riconosciuta dal CONI quale Ente di Promozione Sportiva sull’intero territorio italiano e dal Ministero dell’Interno quale Ente Nazionale con finalità assistenziali. PADI e Project AWARE sono fieri di far parte del progetto!

Vieni a trovare Project AWARE allo stand PADI all’EUDI show di Bologna dal 4 al 6 marzo 2016 per saperne di più!

Disponibili in Italiano i Nuovi Strumenti Dive Against Debris™!

Dive Against DebrisCon l’intento di rendere la campagna Dive Against Debris™ ancor più facile per i subacquei di ogni luogo e nazionalità, Project AWARE® ha implementato le sue risorse Dive Against Debris™ in oltre 10 lingue – italiano compreso: ora puoi rimuovere, registrare e riportare i rifiuti sommersi, non importa dove tu li abbia ritrovati o quale sia la lingua che parli.

Ben più di una semplice pulizia, la Dive Against Debris™ è la prima ed unica indagine sulla spazzatura che giace sui fondali, che sfrutta i dati raccolti dai subacquei per influire su cambiamenti politici che portino ad una misurabile riduzione della spazzatura che finisce in mare.

Scarica subito il tuo nuovo Action Kit in italiano!

Scarica subito il tuo nuovo Action Kit in italiano!

Unisciti ai subacquei di tutto il mondo che, partecipando al Dive Against Debris™, il programma di scienza civica – fiore all’occhiello della Project AWARE, intendono ridurre i negativi effetti dei rifiuti marini ogni volta che s’immergono.

Come Professionista PADI, hai le conoscenze e le capacità per produrre qualcosa di positivo: quindi, Project AWARE ha voluto dotare te, e tutti i subacquei del mondo, dei mezzi e delle risorse più adatte a consentirti di impostare la tua prossima Dive Against Debris™.

Grazie per fare la tua parte nella tutela del nostro pianeta oceano – un’immersione dopo l’altra.

Gli Uffici PADI Rinnovano il loro Modo di Fornire Assistenza per Offrire ai Membri il Top dell’Esperienza Subacquea

PADI_50th_logoGruppi unici, specializzati e di supporto sono solo il principio dell’assistenza che i Membri PADI riceveranno per raggiungere il successo nel 2016.

Se hai sentito aria di cambiamento in PADI, hai ragione! L’organizzazione PADI ha ristrutturato i suoi Quartieri Regionali per migliorare il suo servizio di assistenza, già impareggiabile, e per sostenere al meglio i Membri PADI. Tutto questo è parte di un’iniziativa in evoluzione che vuole aumentare esponenzialmente l’acquisizione di subacquei nel corso del 2016. Parte del cambiamento consiste nello snellimento dei dipartimenti, permettendo così un servizio migliore ai membri, grazie anche alla creazione di gruppi regionali concentrati sulla consulenza e l’assistenza personalizzata nelle varie zone.

Specialisti Regionali e Territoriali – Una Chiamata Risolve Tutto
Immagina di voler aggiungere il PADI Freediver™ al tuo corso. Di dover fare delle domande per ottenere il tuo brevetto Freediver Instructor, di aver bisogno di ordinare alcuni materiali di addestramento Freediver, e stai cercando consigli su come raggiungere i potenziali clienti Freediver. Per andare incontro a queste necessità, in passato, avresti dovuto parlare con tre diversi dipartimenti PADI – ma ora non più. Con i team PADI Territory riorganizzati, ora puoi fare tutto con una chiamata. I PADI Territory sono guidati dai Direttori di Territorio – veterani dell’industria con anni di esperienza nel settore subacqueo, a cui è stata data l’autorità di dare il supporto materiale di cui necessiti per avere successo. Ciascun territorio è inoltre sostenuto da più squadre di Regional Manager e Regional Training Consultant. Il tuo team regionale è estremamente esperto dei successi e delle sfide che caratterizzano la tua zona, ed è preparato sia negli standard di addestramento PADI che sui gli ultimi prodotti e servizi, ed è perseverante nell’impresa di far crescere la tua attività.

PADI inoltre rilancia il servizio di assistenza ai membri con l’introduzione del dipartimento PADI Département de Relation clientèle. Il PADI Customer Relations mette insieme l’assistenza ai servizi fondamentali per il business, come le richieste di brevetto subacqueo, gli aggiornamenti dello stato di affiliazione, il supporto dei prodotti digitali, e altri servizi di cui i clienti necessitano. Originariamente gestito da più dipartimenti con responsabilità sovrapposte, l’unione di questi servizi aumenta l’efficienza e semplifica i procedimenti, dandoti un servizio speciale e aiutandoti al momento del bisogno.

Investire nella Crescita e nella Prosperità dell’Industria – Ecco Qualcosa di Cui Parlare Ora
Dal momento che PADI ha cominciato i suoi festeggiamenti per il 50° Anniversario, l’organizzazione non si focalizza più sui suoi successi passati, ma su di te e sulla prosperità dei tuoi colleghi per i prossimi 50 anni. A tal proposito, gli Uffici PADI stanno investendo più di quanto sia mai stato fatto in passato: su una ricerca di mercato senza precedenti per aumentare il mantenimento e l’acquisizione di subacquei, e migliorarne l’esperienza. Per fare giusto un esempio, PADI collabora con la McKinsey & Company, una famosa firma per la consulenza multinazionale, che offre assistenza con una ricerca qualitativa e quantitativa per identificare le nuove opportunità per la crescita dell’industria. Resta connesso perché PADI trasforma la ricerca in azione per portarti più subacquei.

Membri PADI – The Way the World Learns to Dive
Per cinque decadi, la famiglia PADI ha continuamente sviluppato l’esperienza nell’ambito della subacquea per offrire un’educazione subacquea senza rivali, sostenuta dagli istruttori migliori e dalla migliore assistenza operativa subacquea. Festeggiando il proprio anniversario d’oro, PADI continua a migliorare l’esperienza sia dei membri che dei subacquei, mostrandosi a te e ai tuoi colleghi Professionisti PADI come avanguardia della subacquea e dimostrandoti il perché PADI è il modo in cui il mondo impara a immergersi.

The post Gli Uffici PADI Rinnovano il loro Modo di Fornire Assistenza per Offrire ai Membri il Top dell’Esperienza Subacquea appeared first on PADIProsEurope.

PADI vince per la 18° volta il Tauchen Award

Tauchen Award 2016Per il 18° anno consecutivo, PADI ha vinto un premio come Migliore Organizzazione nell’Addestramento Subacqueo. Ogni giorno, subacquei e lettori della rivista Tauchen, selezionano i loro candidati preferiti dell’industria subacquea tra 17 categorie. PADI è la sola compagnia che ha mantenuto il primo posto, ininterrottamente ogni anno, da quando ha avuto inizio il concorso.

Il prestigioso Tauchen Awards è stato presentato al BOOT di Düsseldorf il 30 Gennaio 2016 dove PADI ha vinto l’ambito Bronze Dolphin davanti alle candidate SSI e VDST.

Il Vice Presidente di PADI EMEA, Mark Spiers dice “Questo, in particolar modo, è un premio che ci inorgoglisce, visto che quest’anno PADI festeggia il suo 50° Anniversario. È grazie all’impegno e alla passione dei Professionisti PADI che PADI è stata per mezzo secolo ‘the way the world dives’. Questo premio è un riconoscimento dell’eccellente lavoro fatto dai Professionisti PADI ogni giorno, in tutto il mondo.”

Tutti i vincitori e i candidati possono essere trovati su http://www.tauchen.de/news/die-sieger-der-tauchen-awards-2016/ (sito web in tedesco).

The post PADI vince per la 18° volta il Tauchen Award appeared first on PADIProsEurope.

Vantaggio #7 come Membro PADI Pro: Funzionalità PADI ProChek e DiveChek

Come Professionista PADI con affiliazione rinnovata, puoi usufruire sul Sito PADI Pros’ sia del PADI ProChek™ che del PADI DiveChek™.

PADI ProChek™

Puoi utilizzare la funzionalità ProChek™ per controllare i dettagli degli altri Membri PADI con i quali potresti lavorare, o per mostrare ai tuoi potenziali studenti le tue informazioni per dargli una maggiore garanzia sulle tue credenziali come Professionista PADI.

La funzionalità ProChek™ si trova sul Sito PADI Pros’ sotto i ‘Servizi Online’. Inserisci un numero di affiliazione come Professionista PADI e puoi vedere il loro brevetto più alto, lo stato attuale e l’anno dell’ultimo rinnovo.

prochekQueste informazioni si possono visualizzare al volo anche sulla PADI App (scaricabile gratuitamente su dispositivi mobili iOS e Android) e sul sito web degli utenti PADI.com.

PADI DiveChek™

Se un tuo cliente è arrivato ma senza i suoi brevetti, la funzionalità DiveChek™ Online è un mezzo semplice per aiutarti a verificare i dettagli e per non sprecare tempo utile.

La funzionalità DiveChek™ si trova sul Sito PADI Pros’ sotto ‘Servizi Online’. Inserisci il nome completo del tuo cliente e la sua data di nascita, e sarai in grado di confermare la storia dei suoi brevetti, la data in cui è stato completato l’addestramento e con quale Membro/Dive Shop PADI.

Puoi utilizzare la funzionalità DiveChek™ 365 giorni l’anno, 24/7 con la possibilità di verificare le informazioni relative ai tuoi clienti al momento senza dover attendere i brevetti sostitutivi o senza dover contattare il tuo ufficio Locale PADI.

divechek-example

The post Vantaggio #7 come Membro PADI Pro: Funzionalità PADI ProChek e DiveChek appeared first on PADIProsEurope.

Intervista a Max Musella.

E’ con immenso piacere che diamo il benvenuto nella famiglia PADI a Massimiliano Musella, già Istruttore, Trainer, atleta di tutto rispetto nel mondo del FREEDIVING Italiano. Massimiliano ha da qualche mese raggiunto anche un record italiano nella specialità di assetto variabile.

Lo abbiamo invitato a conoscere il mondo PADI, è già Master Freediver INSTRUCTOR e sta insegnando i primi corsi PADI FREEDIVER, ha deciso si sposare la didattica PADI e presto completerà il suo percorso per diventare PADI FREEDIVER Instructor Trainer.

Massimiliano sarà testimonial di un Tour 2016 che ci vedrà impegnati a divulgare il nostro nuovo programma PADI FREEDIVER, in collaborazione con DAN Europe, Beuchat e Suunto. Il Tour sarà presentato al prossimo EUDI di Bologna il 3/4/5 Marzo e avrà 6 tappe Italiane cominciando dall’Isola D’Elba, Santa Margherita Ligure, Isola Rossa in Sardegna, Ischia, Ustica e terminerà con un grande evento a Napoli.

Ma lasciamo la parola a Massimiliano:

  • QUANDO HAI INIZIATO A FARE APNEA?

Bella domanda… e lunga storia….

E quando ogni tanto ci penso, guardandomi dove sono oggi e cosa ho fatto, mi viene sempre da sorridere.

Ricordo che a tre anni avevo paura delle alghe che mi toccavano i piedi e urlavo di paura. Poi d’improvviso, alcuni anni dopo la folgorazione e la voglia di scendere e raggiungere il fondo e toccarlo, pur di vincere quel mio timore.

Da quel momento la passione per il mondo sommerso, mi ha trascinato sempre più giù, tra apnea e ARA, alla continua ricerca di nuove emozioni e nuove avventure.

Dopo la classica gavetta da autodidatta, raggiunta l’età minima necessaria ho iniziato la trafila dei corsi didattici, prima come allievo e poi, come professionista. Sono così diventato istruttore ARA (ma non pratico più da anni) e di apnea.

Quest’ ultima è diventata poi la mia ragione di vita, trasformandosi da passione ad attività principale.

  • OGGI COME TI COLLOCHI NEL MONDO DELL’APNEA?

Direi che il mio impegno è a 360°. Ho un negozio di attrezzature esclusivamente dedicato all’apnea.

Sono istruttore di TUTTE le Didattiche di Apnea presenti sul mercato Italiano, svolgo corsi a tutti i livelli in 6 piscine avvalendomi di un pool di 7 istruttori voluti e creati da me. Ho un’associazione sportiva affiliata alla Federazione Nazionale, per la quale organizziamo eventi e competizioni alle quali partecipiamo attivamente anche come atleti.

E da qualche settimana sono anche PADI Master Freediver Instructor e sto conducendo i primi corsi con il nuovo sistema PADI FREEDIVER.

  • QUALI ESPERIENZE TI HANNO SEGNATO MAGGIORMENTE?

Dopo più di 20 anni di tuffi in apnea all’attivo, ne avrei da raccontare, ma diciamo che in sintesi distinguo la parte didattica da quella agonistica, diverse ma complementari ed altrettanto belle.

Come Agonista ho partecipato a qualche gara Nazionale di apnea e attualmente sono nella categoria maggiore (Elite). Nel tempo, ho però sviluppato una particolare predisposizione per l’assetto variabile, che mi ha portato a conseguire l’attuale Record Italiano secondo i regolamenti CMAS.

Ma le maggiori soddisfazioni le ho avute come formatore, sia agonistico che didattico. Basti pensare che i primi due classificati ai Mondiali di Apnea di Ischia sono stati miei allievi ed atleti.

Come istruttore invece ho formato diverse centinaia di apneisti, ma sono anche stato formatore di Istruttori di Apnea per diversi anni, operando negli staff di Umberto Pelizzari e Gianluca Genoni.

  • QUALI SONO LE TUE MIGLIORI PERFORMANCE APNEISTICHE?

Le specialità sono ormai tante, e primeggiare in tutte, a meno di non essere solo atleta, è impensabile, ma nonostante i miei impegni lavorativi e didattici, riesco ancora ad allenarmi. I miei massimali sono:

STATICA: 6’15”

DINAMICA: 105 MT.

ASSETTO COSTANTE: 53 MT.

FREE IMMERSION: 64 MT.

ASSETTO VARIABILE: 73 MT (RECORD ITALIANO)

NO LIMITS: 102 MT.

  • PROGRAMMI E OBBIETTIVI PER IL FUTURO?

Anche qui mi corre obbligo distinguere l’agonismo dalla didattica.

Infatti sto preparando un Tentativo di Record Mondiale (che per scaramanzia non dico…) per la fine della prossima estate, e mi sto allenando parecchio.

A livello didattico, invece, oltre ai corsi allievi, la nuova avventura con PADI mi vedrà impegnato nella divulgazione della didattica sul territorio nazionale, sto definendo il percorso didattico per diventare Trainer e impegnarmi nella formazione degli istruttori che vorranno sposare il credo di PADI e tutto ciò che questa didattica sa proporre per l’insegnamento della subacquea tra divertimento, rispetto dell’ambiente e sicurezza.

Ok grazie Massimiliano, allora rimandiamo all’Eudi le novità sul Tour PADI FREEDIVER 2016.

20151025_120450

Massimiliano Musella

Per info Massimiliano Musella: massimilianomusella@virgilio.it

Grande successo all’ICE DAY 2016

Il lago di Lavarone (1.079 m/slm) ha ospitato anche quest’anno l’ICE DAY (5/6/7 Febbraio) in uno scenario degno del più rappresentativo ambiente alpino.

La giornata di Venerdì è stata dedicata alla preparazione dei fori d’ingresso e alla messa in sicurezza del campo di lavoro. Lo spessore di soli 20 cm. del ghiaccio e le temperature “miti” (- 8 gradi la notte e + 3 gradi il giorno) hanno suggerito di effettuare fori di dimensione contenuta e di forma triangolare per evitare di compromettere la resistenza superficiale.

Decostop 1

Sabato mattina alle ore 9.00 si è tenuto il briefing con la consegna del materiale didattico presso l’aula messa gentilmente a disposizione dall’albergo Esperia che è stato una confortevole base di lavoro didattico e di soggiorno; grazie ad una giornata di sole splendente, le immersioni si sono svolte nella massima tranquillità, intervallate da splendidi panini e ottimo vin brûlé direttamente servito accanto alla tenda riscaldata e montata a poche decine di metri dai fori d’ingresso.

Domenica mattina tutt’altra storia; risveglio sotto una fitta nevicata che non ha tuttavia “minato” l’entusiasmo dei più temerari. Ancora una volta la giornata è cominciata con l’attività in aula mentre una parte dello staff preparava il campo di lavoro completamente trasformato dalla neve. Alle ore 12.30 si sono conclusi i lavori ed è stata messa nuovamente in sicurezza la superficie del lago interessato dalla manifestazione. Giunti a pranzo è seguita la consegna degli attestati di partecipazione ai 30 subacquei che si sono immersi nel weekend.

Decostop 2

Durante l’evento sono stati addestrati diversi subacquei con l’emissione di 17 certificazioni ALTITUDE DIVER PADI e 13 certificazioni ICE DIVER PADI. Andrea Furlan e Tommaso Triolo hanno conseguito i brevetti di Specialità Istruttori ALTITUDE ed ICE PADI.
L’azienda SANTI Diving per l’occasione ha messo a disposizione le proprie mute stagne per prove gratuite.

Congratulazioni a DECOSTOP di Piacenza per l’organizzazione ed a CAOS DIVERS di Trieste che ha partecipato in maniera attiva all’evento, in particolar modo complimenti al Course Director Stefano Busca, a Barbara Baldi (Master Instructor), a Mijkel Postma (IDC Staff Instructor) ed agli amici di DECOSTOP che hanno contribuito alla preparazione e sicurezza della manifestazione (Graziano, Matteo, Pietro, Franco).

Per info contattare: info@decostop.it

5 suggerimenti per preparare il vostro CV, come PADI Pro, e rispondere alle inserzioni di lavoro

GO_PRO_02

State cercando lavoro nella subacquea? Come PADI Pro, avete già un vantaggio iniziale, date le favolose opportunità disponibili per Divemaster e Istruttori.

Come per qualsiasi altro lavoro da sogno, però, ci sono tanti altri professionisti della subacquea che sono pronti a inviare il proprio CV per le posizioni disponibili più allettanti, proprio come voi. E’ importante, quindi, che riusciate a fare un’ottima prima impressione e a distinguervi da tutti gli altri candidate.

Per aiutarvi a essere sempre tra i candidati scelta per la selezione finale, vi proponiamo cinque consigli per preparare il vostro CV e rispondere alle inserzioni di lavoro:

#1 Preparate il CV in maniera professionale

Come PADI Pro, avete una grande responsabilità e dovete riuscire a guadagnare la fiducia dei vostri clienti con il vostro atteggiamento professionale. Accertatevi che il vostro CV rifletta la vostra professionalità e contenga tutti i punti che un potenziale datore di lavoro si aspetta di trovare.

Per rispondere efficacemente a un’inserzione di lavoro, dovreste inviare: una lettera di accompagnamento, che susciti l’interesse di chi la legge, un Curriculum Vitae (CV), con il giusto ammontare di dettagli, e una vostra foto tessera. Controllate bene l’ortografia e la grammatica, e accertatevi che i documenti siano leggibili e ordinati.

#2 Tenete il CV breve e semplice, ma siate creativi

shutterstock_282305675I vostri potenziali datori di lavoro (proprietari di centri sub, di barche da crociera, o responsabili del personale) sono persone molto impegnate e non hanno, di solito, molto tempo a disposizione per fare una prima scrematura dei candidati in base alle risposte che ricevono.

Per questo, è importante che i documenti contenuti nella vostra risposta siano brevi e concisi. Inserite tutte le informazioni necessarie e specificate perché, secondo voi, siete la persona giusta per quella posizione: siate brevi, concisi e andate subito al dunque. Inoltre, aggiungete un po’ di creatività (professionale) alla vostra risposta, in modo che risulti inconfondibile.

Vi consiglio di fare una ricerca su internet: troverete tantissimi modelli che vi aiuteranno a preparare una risposta ben strutturata e creativa, pur mantenendo un approccio professionale (come da punto n.1).

#3 Usate una foto accettabile
In molte parti del mondo, maglietta e occhiali da sole sono la “divisa” degli istruttori subacquei. Non è sempre una buona idea, però, dare quest’immagine nella foto che utilizzate per il vostro CV. E’ fondamentale che il vostro datore di lavoro possa facilmente identificarvi dalla foto e vedere, immediatamente, che sarete un ottimo candidato, professionale e rispettabile, per una posizione come PADI Divemaster o Istruttore presso il loro centro.

Usate una normale foto tessera e, cosa ancora migliore, allegate una vostra foto a figura intera, in abbigliamento elegante e professionale.

#4 Fate attenzione alla dimensione del file

imagesAlcune delle migliori località subacquee al mondo sono in zone remote o isolate, dove le connessioni internet non sono veloci come quelle a cui siamo abituati noi. Perciò, controllate che la dimensione del file (CV e foto) che inviate non sia troppo grande. Evitate file più grandi di 1MB.

La cosa migliore da fare è inviare i documenti in formato PDF. Questo ridurrà la dimensione del file e farà sì che il vostro futuro datore di lavoro sia in grado di aprire i file senza bisogno di software addizionale.

#5 Non dimenticate di aggiungere tutte le altre vostre capacità

Molti PADI Pros fanno sempre lo stesso errore, quando rispondono a un’inserzione di lavoro: elencano solamente le loro qualifiche e abilità subacquee. Non dimenticate di aggiungere tutte le altre vostre capacità: questo completerà il vostro profilo e potrebbe fare la differenza nella scelta finale del candidato.

Siete fotografi o videografi esperti, magari subacquei? Sapete lavorare con particolari tipi di computer, applicazioni o dispositivi? Siete falegnami, ingegneri o infermieri? Elencate tutte le vostre capacità e talenti… non si sa mai!


christian_huboQuesta è la traduzione di un articolo, scritto da Christian Hubo, un “guest blogger”. Christian è un Istruttore PADI e ha fatto più di 4.000 immersioni, durante il suo viaggio intorno al mondo. Su terraferma, ha camminato per migliaia di chilometri nella natura. Christian è un libero professionista, che lavora come designer web e media, fotografo subacqueo, consulente di marketing e di social media, e scrittore freelance. La sua rivista e blog, Feel4Nature, cerca di fornire ispirazione alle persone per uno stile di vita indipendente, individuale e rispettoso dell’ambiente.

The post 5 suggerimenti per preparare il vostro CV, come PADI Pro, e rispondere alle inserzioni di lavoro appeared first on PADIProsEurope.

Vantaggio #6 del Membro PADI Pro: La Bacheca degli Annunci sul Sito PADI Pros’

Go_Pro_CAY07_1136_TS_KingWorld_LG

Vorresti avere una carriera da sogno nell’industria subacquea? Se sì, visita la Bacheca degli Annunci (uno dei fantastici vantaggi a disposizione dei Membri PADI con affiliazione rinnovata).

La Bacheca degli Annunci si trova nella sezione ‘Classificati’ sul Sito PADI Pros’ ed ha un elenco tutte le informazioni relative alle ultime aperture in giro per il mondo – le posizioni richieste sia come guide subacquee che quelle come istruttore o nell’amministrazione, come capitani di bordo, manutentori di attrezzature e molto di più. C’è addirittura una sezione dove hai l’opportunità di comprare o vendere dei Centri Subacquei già esistenti, resort o barche.

Sulla Bacheca degli Annunci, puoi persino aggiungere il tuo annuncio per offrire il tuo supporto ad altri membri dell’industria subacquea come Professionista PADI, o controllare quali posizioni sono libere nelle tue Sedi Regionali PADI.

Non perdere la possibilità di realizzare il tuo sogno – assicurati di aver rinnovato la tua affiliazione per il 2016 e controlla la Bacheca degli Annunci regolarmente e dai un’occhiata alle ultime aperture!

Pronti al rinnovo? Clicca qui per rinnovare la tua affiliazione online, o contatta il Customer Service via email (customerservices.emea@padi.com) o telefonicamente (+44 (0)117 3007234)

The post Vantaggio #6 del Membro PADI Pro: La Bacheca degli Annunci sul Sito PADI Pros’ appeared first on PADIProsEurope.

Il video MyPADI è ora disponibile per la vostra attività nel 2016

mypadi_youtube_bigState cercando un video promozionale PADI che sia nuovo, moderno e dinamico, per i vostri clienti?

PADI ha realizzato un nuovo video, per il 2016, che stiamo usando nel nostro stand alle Fiere. E’ un video di tre minuti, ricco di suoni, colori e immagini, pensato per attrarre gli spettatori e portarli a scoprire sia la bellezza e l’emozione suscitata dal mondo sommerso, sia la filosofia e lo stile di vita myPADI.

Potete usare il video in streaming, direttamente da YouTube, oppure scaricare il file e utilizzarlo, come strumento marketing per il 2016, nel vostro negozio, agli eventi o alle Fiere.

Link per usare il video in streaming:
MyPADI – Inglese
MyPADI – Francese
MyPADI – Tedesco
MyPADI – Italiano
MyPADI – Spagnolo

Link per scaricare il file video:
MyPADI – Inglese
MyPADI – Francese
MyPADI – Tedesco
MyPADI – Italiano
MyPADI – Spagnolo

The post Il video MyPADI è ora disponibile per la vostra attività nel 2016 appeared first on PADIProsEurope.