L’edizione del quarto trimestre 2017 di The Undersea Journal è ora disponibile tramite la PADI Library App

UJFull

Ogni trimestre la rivista The Undersea Journal è ricca di storie e articoli che vi aiutano a rimanere aggiornati come professionisti PADI. Oltre all’edizione cartacea, ci sono le alternative digitali per la lettura di questa interessante rivista:

1. La PADI Library App (Apple App Store | Play):

  • Dal vostro dispositivo mobile, aprite la vostra libreria sulla PADI Library App, scaricate la rivista e leggetela.
  • Sul vostro computer, selezionate l’opzione “Certification Paks” dal menu a tendina “Log In” posizionato in cima alla pagina padi.com. Da lì sarete in grado di leggere la rivista nel portale Online Manuals.

2. Tramite la app Zinio sul tuo computer o dispositivo mobile.

3. Come documento PDF sul sito PADI Pros. Una volta effettuato l’accesso al sito PADI Pros, cliccate sul link “References” in alto sulla pagina. Potete scaricare la rivista intera o in sezioni.

Al momento, le edizioni del 2017 sono disponibili a tutti gli affiliati PADI che hanno rinnovato la loro affiliazione. Ogni trimestre, l’ultima edizione della rivista sarà aggiunta alla PADI Library.

Se avete effettuato la registrazione per la versione digitale, continuerete a ricevere un’email di notifica ogni qualvolta la rivista è disponibile su Zinio. Se, invece, avete optato per la versione cartacea, continuerete a riceverla al vostro indirizzo postale.

The post L’edizione del quarto trimestre 2017 di The Undersea Journal è ora disponibile tramite la PADI Library App appeared first on PADI Pros Europe.

Annunciamo i vincitori del premio 2017 Elite Instructor My PADI Challenge

Congratulazioni agli istruttori che hanno vinto il primo PADI Europe, Middle East and Africa Elite Instructor My PADI Challenge! Questi 15 professionisti PADI hanno brevettato, durante il periodo da luglio a ottobre, più studenti di quanto avessero fatto nello stesso periodo l’anno scorso. Grazie a tutti per il traguardo raggiunto, per la vostra dedizione all’insegnamento della subacquea al mondo intero e per la creazione di molti altri ambasciatori per l’oceano.

Vincitori 2017

Livello 200:

PADI Course Director, Kevin Turner

PADI Master Instructor, Ricardo Jose Gimenez Caetano

 

Livello 150:

PADI Course Director, Chris Azab

PADI Course Director, Stephen Prior

PADI Course Director, Mohammed Adel

 

Livello 100:

PADI Open Water Scuba Instructor, Lior Wolfson

PADI Master Scuba Diver Trainer, Katarzyna Psyk

PADI IDC Staff Instructor, Antonis Karagiannis

PADI Master Scuba Diver Trainer, Mihaly Szucs

 

Livello 50:

PADI Course Director, Marlies Lang

PADI IDC Staff Instructor, Oscar Cobo Traver

PADI Master Instructor, John Abd Elmeseh

PADI Course Director, Leo Saldunbides

PADI Master Instructor, Francisco Bustos Cid

 

Per avere maggiori informazioni sul programma Elite Instructor My PADI Challenge leggete http://padiproseurope.com/elite-instructor/

The post Annunciamo i vincitori del premio 2017 Elite Instructor My PADI Challenge appeared first on PADI Pros Europe.

Orari di apertura dei PADI Regional Headquarters durante le vacanze natalizie 2017

pavilions

I PADI EMEA Regional Headquarters, a Bristol, saranno operativi tra Natale e Capodanno. Vi raccomandiamo di controllare le date e gli orari di apertura in caso abbiate necessità di mettervi in contatto con l’ufficio:

22 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 14:00

25 dicembre – EMEA Office chiuso

26 dicembre – EMEA Office chiuso

27 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 17:30

28 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 17:30

29 dicembre – Le linee telefoniche sono aperte dalle 08:15 alle 14:00

Il normale orario d’ufficio, dalle 8:15 alle 17:30, riprenderà da 2 gennaio 2017.

The post Orari di apertura dei PADI Regional Headquarters durante le vacanze natalizie 2017 appeared first on PADI Pros Europe.

Sii una persona migliore

Di John Kinsella

Il programma PADI® Adaptive Techniques Specialty migliora qualcosa che già funziona bene. Si sviluppa sulle caratteristiche di inclusione ed adattabilità, comuni a tutti i PADI Instructor, Assistant Instructor e Divemaster. Il corso offre dettagliate idee su considerazioni e tecniche che si applicano specificamente quando si addestrano e guidano subacquei con disabilità, e generalmente quando si lavora con qualsiasi subacqueo.

Nov_SI_Adaptive_TechniquesIG

Quando si introducono persone con disabilità alla subacquea, la PADI Adaptive Techniques Specialty aiuta i professionisti PADI a diventare più consapevoli e attenti a considerazioni individuali. Questo corso tratta di tecniche adattive che si applicano quando si supervisionano e addestrano subacquei con disabilità durante corsi e programmi PADI. Insegna come consigliare e dirigere studenti subacquei, in maniera appropriata e in base alle loro abilità, verso certificazioni, programmi di esperienza o didattiche specializzate in disabilità con limitate opzioni di certificazione.

“Credo che, quando si parla di abilità, questo corso permetterà ai membri PADI di osservarle sotto una nuova prospettiva e di pensare a diversi modi per insegnarle,” dice Fraser Bathgate, Consigliere Tecniche Adattive per PADI Worldwide. “Insegnare a subacquei con disabilità è un’esperienza abilitante e gratificante, e permetterà di creare una nuova base di clienti per divemaster, istruttori, dive center e resort. Dà il via ad un nuovo modo, per i Membri PADI, di far sì che i sogni delle persone si avverino.”

Il corso Adaptive Techniques Specialty aiuta i professionisti PADI ad apprendere tecniche addizionali per motivare ed incoraggiare non solo subacquei con disabilità fisiche e mentali, ma tutti i subacquei. Esiste, inoltre, un relativo sotto-corso, il PADI Adaptive Support Diver, che aiuta i subacquei interessati, da Open Water Diver in su, ad apprendere come diventare un compagno migliore per i subacquei con disabilità fisiche o mentali.

SI_PADIPool_0213_0033

Il corso analizza tecniche che aiuteranno i professionisti PADI ad aumentare la confidenza nei loro subacquei tramite un approccio di tipo olistico che, mentre offre soluzioni a varie problematiche, si concentra sul miglioramento della propria immagine, sulla creazione di fiducia, sulla determinazione di obiettivi, sulla gestione dello stress e sul divertimento. Enfatizza il fatto che il subacqueo deve essere personalmente parte della soluzione e analizza alcuni adattamenti dell’attrezzatura e utili considerazioni per sessioni in acqua confinata e in acqua libera.

I workshop in acqua confinata danno modo, ai professionisti subacquei, di dimostrare e praticare abilità per assistere i subacquei con disabilità in situazioni di addestramento e non. Sviluppano confidenza prima di accedere ai workshop in acqua libera, dove i professionisti subacquei applicano le abilità apprese, con particolare enfasi sull’assistere i subacquei dentro e fuori dell’acqua, il trim ed il confort, durante il primo workshop, e su scenari basati sulla pratica di abilità, durante il secondo.

SI_PADIPool_0213_0053

Ma, il vero valore della PADI Adaptive Techniques Specialty è dato dal fatto di essere un distillato di abilità, esperienza e buona volontà da parte di un team di consulenti internazionale che hanno collettivamente portato la subacquea a migliaia di persone con disabilità e hanno potuto constatarne, con i loro stessi occhi, risultati enormi e spesso in grado di cambiare la vita. Ora che l’esperienza e la buona volontà sono pronte per essere diffuse, scopri come anche tu puoi aiutare. Per maggiori informazioni, mettiti in contatto con il tuo Regional Manager.

The post Sii una persona migliore appeared first on PADI Pros Europe.

Come la subacquea può aiutare i clienti a sconfiggere lo stress delle vacanze

di Megan Denny

Per molti, le festività sono divertenti e stressanti in egual misura. In un sondaggio effettuato dalla Harvard University, risulta che il 62 per cento di chi ha risposto si sente “molto stressato” o “alquanto stressato” durante le festività; solamente il 10 per cento sostiene di non risentire di questo tipo di stress. Pretese finanziarie, problematiche interpersonali famigliari e mantenersi in esercizio sono le tre principali cause di preoccupazione durante le festività.

In qualunque periodo dell’anno, la subacquea è un ottimo modo per rilassarsi con amici ed essere attivi, ma ci sono alcuni modi in cui il tuo business subacqueo può aiutare i clienti a divertirsi e a sentirsi meno stressati durante le festività.

Trasforma il tuo centro in un’oasi di pace durante la frenesia delle feste

Folla, famiglia, politica, famiglia che parla di politica… esistono innumerevoli motivi perché i tuoi clienti hanno bisogno di una pausa dalla routine delle feste. Ecco alcuni modi per permetterglielo:

  • Durante il fine settimana, organizza un’immersione di piacere seguita da uno spuntino o da un picnic
  • Organizza un evento in piscina: foto con Babbo Natale subacqueo o allestimento di un albero di natale subacqueo
  • Organizza una festa di ringraziamento per i clienti, con riconoscimenti per il subacqueo che è migliorato di più, per il miglior fotografo, per chi sa riconoscere il maggior numero di pesci, ecc.
  • Un evento PADI Seal Team serale può offrire ai genitori un po’ di meritato riposo. Mentre il tuo staff conduce le AquaMission, gli adulti possono dare un’occhiata nel tuo negozio o godersi una serata di libertà.
  • Offri una giornata PADI Seal Team per trarre vantaggio dalle vacanze scolastiche.

SI_PADIPool_0615_025

Invita i clienti a contribuire ad una buona causa

Alcune persone trovano difficile dire “no” a impegni durante le vacanze ma, se per una buona causa, potrebbero cogliere l’opportunità di trovare una scusa per andare a divertirsi un po’. Perché, dunque, non trasformare la tua immersione di piacere durante il fine settimana in un’immersione per raccogliere cibo o giocattoli? Oppure, durante una festa di ringraziamento, puoi organizzare una pesca di beneficenza a favore di Project AWARE o di una organizzazione locale.

Aiuta i subacquei ad acquistare i loro regali di Natale

Alcuni clienti potrebbero non pensare al loro centro sub locale come un possibile negozio dove poter acquistare i loro regali di Natale ma, con il giusto mix di prodotti e promozione, puoi aiutarli ad effettuare una buona parte dei loro acquisti natalizi. Sui social media e nelle tue newsletter, promuovi frequentemente le tue idee preferite di regali per lui, per lei, per i più piccoli e per i non subacquei.

Fatto divertente: durante le feste, circa metà degli acquirenti acquista qualcosa per sé. Il New York Post riporta che gli acquisti di regali per sé stessi non sono mai stati così alti in 20 anni, e nel 2015 uno studio ha trovato che i “Millenials” hanno il 40 per cento in più di probabilità di acquistare regali per sé stessi rispetto ai “Gen-X” o ai “Baby Boomer”.

Sii pronto a soddisfare il desiderio dei tuoi clienti di farsi un regalo:

  • Offri un voucher per un acquisto futuro (per es. con 500 € di spesa nel 2017, ottieni un buono regalo da 50 € per il 2018).
  • Usa promozioni del tipo “Acquista un corso Open Water Diver o Advanced Open Water Diver e ottieni il 50% di sconto su qualsiasi corso di specialità.”
  • Invitali a prenotare una rilassante vacanza subacquea nel 2018.

SI_DiveShop_0513_005

Aiuta i subacquei che non si immergono da un po’ a prepararsi per le loro prossime avventure

PADI ReActivate™ permette ai subacquei di ripassare comodamente la loro conoscenza e abilità subacquee. Promuovi ReActivate sul tuo sito, sui social media e/o usa pubblicità mirate, di tipo Google Search, per attirare subacquei che non si immergono più e che potrebbero essere nervosi per il fatto di dover partire per un viaggio subacqueo.

Brucia calorie con la subacquea!

Le feste sono anche il periodo dove si mangia di più, quindi non sorprende che il proposito di un terzo della popolazione mondiale, per il nuovo anno, sia di perdere un po’ di peso. Invita i tuoi clienti a bruciare calorie facendo un’immersione o iniziando un corso di educazione continua. Nei climi più freddi, si possono iniziare i corsi PADI Rescue Diver, Digital Underwater Photographer e Dry Suite Diver in piscina e completarli quando le condizioni in acqua libera lo permettano. Come promemoria, perfino gli Open Water Diver possono partecipare alle sessioni in piscina del corso Rescue Diver.

Preview JPEG

La subacquea e socializzare con altri subacquei sono un ottimo modo per spezzare la routine quotidiana. Durante le vacanze, invita i subacquei a rilassarsi partecipando ad un’immersione di piacere, ad un evento o ad un raduno in piscina organizzati da un negozio sub. Si rilasseranno e il vostro business ne beneficerà.

The post Come la subacquea può aiutare i clienti a sconfiggere lo stress delle vacanze appeared first on PADI Pros Europe.

Corso PADI Advanced Open Water Diver Course, correzione nella sezione Immersione Profonda

PADI Dry Bag

Prendi nota dell’importante informazione qui sotto, che verrà anche annunciata nel prossimo Training Bulletin.

Correzione: Corso Advanced Open Water Diver Course, Immersione Profonda – Pagina 77, Versione Cinese #70139SC e #70139C

È stato rilevato un errore nella sezione Immersione Profonda, a pagina 77 del manuale dello studente del corso Advanced Open Water Diver, sia nella versione in Cinese semplificato che in quella in Cinese tradizionale. La versione tradotta e stampata riporta erroneamente che, se si deve risalire dopo un guasto al computer subacqueo, è necessario “fare una sosta di sicurezza di tre minuti (o più) a 18 metri/60 piedi”. Per questo tipo di sosta, la profondità corretta è 5 metri/15 piedi.

Qui trovi la correzione per il manuale in Cinese Semplificato:

在水深 5 米/15 英尺处(或电脑表说明书指示的深度)做 3 分钟(或更久)的安全停留。

e qui in Cinese Tradizionale:

在水深 5 公尺/15 英呎處(或電腦錶說明書指 示的深度)做 3 分鐘(或更久)的安全停留。

Annotati questa correzione per i tuoi studenti subacquei di lingua Cinese. Il manuale verrà corretto in fase di ristampa.

Se avessi domande o dubbi, non esitare a contattare [email protected].

The post Corso PADI Advanced Open Water Diver Course, correzione nella sezione Immersione Profonda appeared first on PADI Pros Europe.

Materiali educativi PADI – Listino prezzi 2018

In base alle richieste dei Membri PADI e grazie alla possibilità di fare affidamento su canali digitali per archiviare ed accedere a materiale di riferimento, l’edizione 2018 del listino dei prezzi per i Membri PADI è stato completamente ridisegnato.

Incorporando i molti suggerimenti pervenuti dalla comunità PADI, il listino prezzi per il 2108 è stato ideato per essere più semplice che mai da usare, grazie alla possibilità di navigare velocemente all’interno del documento digitale. La cosa più rilevante è che, ora, il listino prezzi è personalizzato per ogni Membro PADI.

I prodotti si riescono a cercare e a trovare più facilmente, il prezzo a te riservato è evidenziato vicino a quello di vendita consigliato, e sono stati perfino calcolati gli sconti a te riservati in modo che, quando ti trovi a creare pacchetti con potenziali nuovi clienti, non debba effettuare ulteriori calcoli. Anche il procedimento per piazzare gli ordini è stato semplificato, grazie all’accesso con un click al negozio on-line su PADI Pros*, e sarà più semplice trovare le immagini dei prodotti per la realizzazione di siti web, lo sviluppo delle promozioni o il marketing all’interno del negozio.

Il nuovo formato, ricco di funzioni, comprende:

  • Utilizzo per PC e Mac, tra cui la funzionalità “touch-screen” per tablet e anche smartphone
  • Utilizzo completo della funzione di ricerca con i comandi Ctrl+F (Windows) o Cmd+F (Mac), cosa che rende più semplice trovare il prodotto necessario per supportare il processo educativo e le tue necessità di marketing
  • 16 link che collegano direttamente dalla pagina principale ai programmi di vario livello, alle lingue, ai materiali con marchio, ai tipi di prodotto e perfino ad un Blog prodotti per novità ed idee
  • Per ogni prodotto, viene chiaramente identificata la sua disponibilità in una determinata lingua, compresa una lista di singoli codici prodotto per tutte le lingue disponibili
  • All’interno di ogni sezione principale vengono presentati i prodotti, con alcuni “best-seller” in evidenza ed il motivo della loro popolarità
  • I materiali per gli studenti e per i professionisti sono elencati separatamente
  • Collegamenti a file d’immagine, per informazioni e ulteriore supporto per la tua attività di marketing
  • Descrizione del contenuto dei Pack sul Blog prodotti
  • Continui aggiornamenti su nuovi prodotti, in contemporanea con Surface Interval e altri annunci.

Il nostro obiettivo è di rendere più semplice la procedura per trovare il prodotto necessario per supportare l’esperienza di apprendimento dei tuoi subacquei, e di promuovere il tuo business verso un successo ancora maggiore.

Per ulteriori informazioni, ed un collegamento al tuo listino prezzi 2018 personalizzato, scrivi a mailto:[email protected] specificando, nell’oggetto dell’email, “Price List 2018”.

Ti auguriamo il miglior successo per il 2018 e oltre!

* (richiede l’accesso)

The post Materiali educativi PADI – Listino prezzi 2018 appeared first on PADI Pros Europe.

Workshop PADI/SUEX in partnership con DAN Research.

1° Training Workshop PADI/SUEX in partnership con DAN Research. di Fabio Figurella – Regional Manager and PADI Examiner.

Lo scorso 21- 23 Ottobre si è tenuto a Santa Margherita Ligure il primo Workshop PADI/SUEX in collaborazione con il Team di DAN Research. Obiettivo del workshop di addestramento è stata la formazione di 12 Istruttori selezionati tra i Course Director PADI e i Key Men SUEX ed il lancio di una nuova Specialità Distintiva: PADI SUEX ADV Diver che ha l’obiettivo di creare le basi per una formazione avanzata sull’uso dei DPV ed in particolare sull’uso dei DPV SUEX.

Il corso è stato realizzato in partnership con il Team di DAN Research capitanato da Massimo Pieri European Research Area Supervisor di DAN Europe che ha lanciato uno studio specifico sull’uso dei veicoli subacquei in immersioni ricreative e/o tecniche, testando per la prima volta il protocollo scientifico di ricerca, durante le immersioni di addestramento del workshop.

Il Team Training di SUEX S.r.l. era composto da Ivo Calabrese – Director Marketing and Communications di SUEX e dai loro Trainer: Marco Colman e Clemens Schutzenhofer. Hanno inoltre partecipato attivamente all’incontro i dirigenti dell’azienda Alessandro Fenu e Marco Segatto. Il programma del workshop è stato molto intenso ed ha visto i 12 istruttori partecipare a diverse sessioni in aula, a un workshop tecnico sui DPV, a 4 tuffi di addestramento, 2 dei quali dedicati alla raccolta dei dati del protocollo scientifico da parte del Team di DAN Research.

Le immersioni di addestramento sono state effettuate presso il Diving: “Portofino Diving Group” Centro PADI 5 Stelle IDC di Santa Margherita che ha sponsorizzato l’evento.

I due tuffi finali sono stati realizzati all’interno dell’AMP di Portofino previa autorizzazione del Direttore Giorgio Fanciulli, che ha autorizzato la richiesta in virtù della “raccolta dei dati medico scientifici finalizzati all’apprendimento di buone pratiche per incrementare i livelli di sicurezza delle immersioni subacquee”.

PADI, SUEX, e DAN Research si sono impegnati a consegnare all’AMP una relazione finale sugli standard di addestramento, sull’impatto sonoro dei DPV, e sui risultati scaturiti dalla prima raccolta dati medico-scientifici, in ordine a valutare la possibilità in futuro di aprire all’uso contingentato dei DPV in AMP ai fini dell’aumento della sicurezza durante le immersioni subacquee.

L’obiettivo che come PADI, da mesi abbiamo progettato con SUEX, è una sinergia operativa tra la didattica, le aziende di produzione di attrezzatura subacquea, e gli enti di ricerca come DAN Research, per creare le condizioni di un addestramento di elevata qualità, finalizzato da un lato a creare strumenti di educazione continua, ed esperienza supervisionata, ma che allo stesso tempo risponda a buone pratiche di un utilizzo corretto delle attrezzature stesse, e soprattutto all’aumento della sicurezza in immersione, oltre che creare condizioni di applicabilità di queste esperienze finalizzate alla conservazione dell’ambiente in cui ci immergiamo. Ringrazio SUEX per averci dato questa opportunità, ringrazio DAN Research sempre pronta a supportare iniziative mirate all’aumento delle pratiche di sicurezza in immersione, ringrazio l’AMP per averci autorizzato l’iniziativa, ringrazio il “Portofino Diving Group” per il supporto e la logistica, ma soprattutto ringrazio i 12 istruttori compagni di questa eccezionale esperienza formativa.

“Questa iniziativa segna un punto di svolta nel campo della subacquea in quanto mette insieme tre aspetti fondamentali legati al nostro tanto amato Sport: Didattica, Scienza e Tecnologia. E’ l’inizio di un percorso insieme che ci porterà ad esplorare nuovi confini in termini di sicurezza, formazione e sviluppo tecnologico. A PADI e DAN va’ il mio più sentito ringraziamento a nome di tutto il Team Suex per aver reso possibile l’avvio di questo nuovo modo di fare Subacquea”. Questo il commento di Alessandro Fenu – dirigente SUEX.

“Il mettere insieme una didattica delle dimensioni della Padi rappresentata da Fabio Figurella, del DAN che non ha bisogno di presentazioni e della SUEX, ha creato una sinergia che personalmente speravo da tempo. Andare sott’acqua con il massimo della sicurezza oggi possibile, con il giusto metodo e con i giusti mezzi è sempre stato il mio sogno. Come progettista questa per me è una delle soddisfazioni più grandi. L’evento di Santa Margherita ha concentrato tanta preparazione e professionalità e grazie alla collaborazione di tante persone, ha ottenuto un risultato di dimensioni importantissime. Siamo ad una svolta, un nuovo modo di concepire l’immersione. La sicurezza innanzi tutto, non dobbiamo mai dimenticare che si va sott’acqua principalmente per divertimento e a tale scopo non dobbiamo mai esporci anche a solo dei potenziali pericoli, la tecnologia e il buon senso di una corretta didattica oggi ci permette questo. Ringrazio tutti i partecipanti e gli organizzatori che hanno permesso questa splendida prima occasione. Bellissima occasione, ormai abbiamo cominciato una nuova era”. Commenta Marco Segatto dirigente tecnico SUEX.

Molto partecipata la parte della raccolta dati per il protocollo scientifico messo a punto da DAN Research ecco il commento di Massimo Pieri – European Research Area Supervisor di DAN Europe: Le immersioni subacquee con l’uso di mezzi di propulsione sono in evidente aumento. Gli scooter sub offrono ai subacquei l’opportunità di trarre vantaggi in termini di distanze percorribili e riduzione di sforzo fisico in immersione. DAN Europe, da sempre impegnato nella ricerca medico-scientifica, ha quindi lanciato uno studio volto a capire i reali effetti fisiologici che l’uso dei propulsori subacquei produce sullo stress da immersione. L’evento di Santa Margherita Ligure, condotto in collaborazione con SUEX e PADI e con il supporto dell’AMP Portofino, ha visto subacquei e ricercatori coinvolti in due giornate di monitoraggio delle immersioni. Abbiamo raccolto i primi, preziosissimi dati, ma lo studio continua, per un’analisi attenta ed approfondita di tutte le variabili. Ringraziamo i subacquei che hanno partecipato all’evento di Santa Margherita, gli organizzatori ed i partner, incluso Portofino Diving Group per l’ospitalità ed il supporto logistico”.

Grande professionalità da parte del Team di training di SUEX: “Dopo molti anni di lavoro sul campo nel mondo della subacquea sia come formatore che come diver, ritengo che questa iniziativa nata da un sogno condiviso con Fabio Figurella, sia diventata’ realtà. I giorni di formazione di altissimo livello dettato dalla preparazione dei candidati, più volte come formatori abbiamo dovuto “alzare l’asticella” per far fronte alle situazioni educative che via via si andavano creando… Credo che questo sia l’inizio di un nuovo modo di concepire la subacquea, dove senza alcuno spirito se non quello teso allo sviluppo ed alla creazione di sistemi di altissima sicurezza, sarà possibile da qui in poi anno 0 proseguire su questa nuova strada e le novità per il mondo sia didattico che esplorativo saranno tante e di certe dimensioni da avere eco a livello mondiale.Non mi resta che ringraziare tutti partecipanti e la totale disponibilità di Padi-Suex e Dan. Senza dei quali tutto ciò sarebbe rimasto un sogno nel cassetto. Onorato di essere parte di questo progetto che di certo fa bene alla subacquea”. Ivo Calabrese – Director Marketing and Communications di SUEX.

“L’avventura SUEX ormai è cominciata quasi vent’anni fa. All’inizio come sfida personale per poi trasformarsi in un grosso impegno sia in abito lavorativo che di responsabilità. Compito principale quello di dotare la subacquea di mezzi adatti a rendere più facile, divertente e soprattutto sicuro lo spostamento dell’uomo in un ambiente che per lui non è certo quello naturale. Sono stati quattro giorni molto intensi di training, sicuramente l’ottimo livello di tutti i partecipanti ha contribuito alla riuscita dell’evento. Onestamente questo è solo l’inizio bisogna continuare su questa strada per poter offrire il massimo livello di insegnamento”. Continua Marco Colman Trainer Team SUEX.

 

Ed ecco in ordine alfabetico i partecipanti al workshop neo Istruttori della specialità Distintiva PADI SUEX ADV Diver:

STEFANO BUSCA – PADI Course Director – Trimix Trainer. “Straordinario evento, durante il quale si sono perfettamente integrati l’addestramento, la ricerca e lo scambio reciproco di esperienze comuni. La didattica è stata supportata dalla presenza di docenti con un eccezionale “bagaglio” di pratica subacquea in ambienti estremi; ciò che ha reso preziosa la nostra formazione!”

ALESSANDRO DI MASE – PADI Course Director – Tec Deep Trainer. “Una grande esperienza formativa con un gruppo di professionisti di altissimo livello, magistralmente organizzata e condotta. I veicoli Suex sono dei prodotti che coniugano la qualità assoluta alla semplicità e pulizia di design. Un grazie a Fabio, Ivo, e Marco, a PADI, SUEX e DAN per l’opportunità”.

PAOLO MICARELLI – PADI Course Director – Trimix Trainer. Ogni occasione di rimettersi in gioco è fondamentale, averlo potuto fare grazie alla collaborazione di PADI, SUEX e DAN ci ha dato la possibilità di vivere un’esperienza meravigliosa sia sul piano umano che su quello tecnico e scientifico, mi sono divertito, ho imparato e spero di essere migliorato. Esperienza unica che ripeterei domani stesso”.

FILIPPO MOLINA – PADI Course Director – Tec Deep Trainer. “Formazione di altissimo livello che ha arricchito le mie competenze. Un connubio tra PADI, Suex, DAN e i Course Director che garantisce qualità e sviluppo nel territorio. Ma siccome la subacquea è soprattutto divertimento, quale modo migliore di divertirsi che con uno scooter Suex!? Orgoglioso di poter offrire formazione PADI/Suex!”.

FABIO PORTELLA – PADI Trimix Instructor. “PADI-SUEX-DAN: eccellenza e qualità! La strada giusta per interpretare una Subacquea moderna, confortevole e sicura”.

 

RAUL PUZZI VAN WEEZENBEEK – PADI Course Director – Trimix Trainer. “Il corso mi è piaciuto molto, soprattutto la parte sul funzionamento dei DPV SUEX. Si potrebbe migliorare la parte degli skills con supporto video. Sono interessato a continuare il mio addestramento DPV SUEX”.

EDOARDO SBARAINI – PADI Trimix Instructor. “Esperienza molto interessante e formativa, il team PADI/Suex/DAN preparatissimo e a disposizione per soddisfare qualsiasi curiosità tecnica e non. Il corso è ben strutturato e fornisce un addestramento di base all’utilizzo della macchina in linea con le procedure e gli standard della subacquea tecnica moderna”.

 

RICCARDO TOGNINI – PADI Course Director – Trimix Trainer. Ho partecipato al corso DPV Padi Suex dal 21 al 23 Ottobre. Sono rimasto molto contento, siamo stati seguiti da una valido Trainer, Marco Colman e da ottimi collaboratori, sia a livello teorico che pratico. Un corso stimolante, intenso e molto entusiasmante, sono contento che a tutto ciò ci sarà un seguito. Per tanto sono grato a chi ha reso possibile questo corso; Padi, Suex, Dan”.

 

MATTEO VARENNA – PADI Tec Deep Instructor. Una bellissima esperienza e un primo passo importante verso una didattica con un più alto valore aggiunto.  Certo non è sufficiente che cambino prerequisiti e criteri di valutazione, è necessario prima di tutto un cambio di visione da parte dell’attuale base di istruttori e soprattutto direttori di corso. C’è davvero bisogno che si sviluppi un’etica della professionalità nella propria formazione, prima di proporre addestramento agli allievi. E questo non si impara nei corsi”.

MARIO VECCHIONI – PADI Course Director – Tec Deep Trainer. L’evento PADI SUEX DAN è stato un weekend con colleghi ed amici, in un ambiente di livello tecnico ed umano ai massimi livelli, a discutere di strumenti meravigliosi, di esplorazioni e possibilità di business, divertendosi e rinforzando amicizia e rispetto reciproci. Sicuramente uno degli eventi più riusciti dei tre partner e uno dei più grandi successi del PADI R.M. Fabio Figurella”.

LUCA ZANZOTTO – PADI Tec Deep Instructor. “Mi è piaciuto molto potermi confrontare con personaggi di alto livello del panorama nazionale e la professionalità/organizzazione dimostrata nel creare e sviluppare questo progetto. Orgoglioso di farne parte”.

Per concludere quindi un’esperienza veramente entusiasmante, che segna come si legge nei vari commenti, un primo passo verso una subacquea, più sicura, più sostenibile, ma soprattutto che aumenti la qualità di addestramento, per venire incontro alle sempre più esigenti richieste del mercato in termini di eccellenza nella formazione. Come PADI non pensiamo certo che questo sia un punto di arrivo, ma semplicemente un punto di partenza dal quale iniziare un nuovo cammino creando una nuova etica dei formatori, che devono prendere atto che per insegnare al top bisogna fare tanta esperienza e tanta formazione al top, solo così potremmo veramente essere un punto di riferimento ed un “modello di ruolo” per i nostri allievi. Grazie quindi a tutti quanti per il lavoro svolto fin oggi e per il contributo che serve alla crescita della subacquea in generale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

The post Workshop PADI/SUEX in partnership con DAN Research. appeared first on PADI Pros Europe.