I rischi legati ai viaggi: la Trombosi Venosa Profonda

A volte, per raggiungere delle destinazioni subacquee uniche e affascinanti, è necessario imbarcarsi in lunghi viaggi, sia che i subacquei cerchino acque limpide o clima tropicale. E’ importante che, prima di partire, voi e i vostri compagni di viaggio siano a conoscenza di un problema legato ai viaggi: la Trombosi Venosa Profonda.

airplane_11002000935

Cos’è la TVP?

La TVP non è direttamente collegata con la subacquea, ma il rischio di una sua insorgenza aumenta in maniera significativa durante lunghi periodi di immobilità, come quelli durante i viaggi verso destinazioni subacquee remote. La TVP è una patologia che porta alla formazione di un coagulo sanguigno in una o più vene profonde, spesso nelle gambe. I sintomi comprendono gonfiore e dolore nella gamba, nella caviglia o nel piede, spesso associato a una sensazione di calore o alla presenza di chiazze nella zona affetta. Il gonfiore e la presenza di chiazze in una gamba può estendersi alla caviglia o al piede. I coaguli che si formano con la TVP possono liberarsi e circolare con il sangue causando delle patologie gravi, quali ictus e embolia polmonare, che possono mettere in serio pericolo la vita della vittima.

Quali sono le cause di una TVP?

La maggior parte delle TVP accade in individui che presentano fattori di rischio preesistenti e che rimangono in uno stato di immobilità per lunghi periodi, come durante viaggi aerei, in treno o in auto, oppure quando sono costretti a letto. Questo avviene perché l’immobilità rallenta il flusso sanguigno nelle vene, aumentando il rischio di formazione di coaguli. Inoltre, la pressione esercitata sui polpacci dai seggiolini mal progettati degli aerei, per esempio, può causare dei danni alle pareti delle vene nelle gambe e aumentare, così, la possibilità della formazione di coaguli.

La TVP non è una patologia che si presenta abitualmente: per chi viaggia in aereo per otto ore o più, l’incidenza è dello 0.3 – 0.5%. Tuttavia, il rischio di TVP aumenta con la presenza di fattori quali l’età, l’obesità e l’uso di estrogeni. Anche le persone con un’altezza molto al di sopra o al di sotto della media, con mobilità limitata o che hanno subito un intervento chirurgico recente, presentano un rischio maggiore di TVP.

Cosa si può fare per mitigare il rischio di TVP?

Se qualcuno nel vostro gruppo, o voi stessi, rientrate nelle categorie a rischio TVP, potete adottare delle misure preventive: indossare calze a compressione, passeggiare regolarmente durante il volo e fare degli esercizi per i piedi e le caviglie. Le persone che rientrano nelle categorie a rischio TVP dovrebbero bere molta acqua prima di un viaggio in aereo e valutare i possibili benefici di farmaci anti infiammatori con il loro medico.

Se sospettate di avere i sintomi di una TVP, rivolgetevi immediatamente a un medico.

Per maggiori informazioni sulla salute e la subacquea, visitate DAN.org/Health

h_dan_logoydsa

The post I rischi legati ai viaggi: la Trombosi Venosa Profonda appeared first on PADIProsEurope.