Intervista a Barbara Dignani – PADI Course Director.

Fabio Figurella – Regional Manager PADI incontra ed intervista Barbara Dignani – PADI Course Director impegnata per il prossimo evento PADI Woman Dive Day.

26448_1390612893852_2745541_nPerché / Come hai fatto a diventare una subacquea PADI?

Mi sono innamorata della subacquea nell’istante in cui per la prima volta ho respirato sott’acqua! Da quel momento l’attrezzatura subacquea è diventata una mia compagna di vita e la mia passione anche una professione.

Che cosa significa PADI per te?

Professionalità, competenza, sicurezza, entusiasmo, viaggi in tutto il mondo …e tanto, tanto divertimento!

Che cosa significa per te essere una subacquea donna?

E’ difficile esprimere ciò che la subacquea mi ha insegnato come donna rispetto a ciò che avviene nel mondo maschile. Sicuramente la mia crescita professionale, costante nel tempo, mi ha portato a considerare che alcune caratteristiche femminili come la capacità didattica, la sensibilità, il rispetto delle regole e della sicurezza – tutti aspetti unanimemente riscontrabili in misura maggiore nell’universo femminile – costituiscono risorse preziose per lo svolgimento di questa professione.

Qual è il tuo sogno di immersione ?

Ogni immersione è un sogno! Dopo aver girato tutto il mondo come Istruttore PADI ed essermi immersa nei mari più belli che si possa immaginare, ho compreso che ogni volta si può vedere e imparare qualcosa di nuovo sul mondo sommerso e su di noi: è bellissimo conoscersi sempre più nel profondo!

47960_1601001592076_7631885_n (1)Quale è il miglior momento in immersione ?

L’istante in cui comincio a respirare sott’acqua, quando sento l’acqua che mi circonda e mi sostiene: mi sento a casa! È allora che il mio sguardo cambia e si amplia, i movimenti rallentano, i pensieri seguono il respiro. Si entra in simbiosi con il mondo subacqueo e si assaporano sensazioni che solo chi si immerge potrà mai scoprire.

Quali sono i tuoi piani per il WDD quest’anno? Come istruttore PADI, hai qualche suggerimento per i sub per il PADI Woman’s Dive Day del 16 Luglio 2016?

Sarà un evento incredibile: in tutto il mondo tutti i Centri e gli Istruttori PADI si organizzeranno per celebrare i tanti contributi delle donne alla subacquea. Anche per me sarà una bellissima occasione per condividere immersioni, per chi è già brevettata, e per avere l’opportunità di respirare sott’acqua per la prima volta per chi non lo è ancora.

Quali sono le sfide più importanti e le opportunità che le donne hanno nel mondo delle immersioni ?

La sfida più importante è probabilmente quella di affermare le proprie capacità anche in un settore inizialmente riservato quasi esclusivamente agli uomini. Grazie ad una struttura come la PADI, che offre a tutti la possibilità di avvicinarsi alla subacquea e farne una professione, le donne sono sempre più protagoniste anche del mondo sommerso.

baliCome possiamo avere più donne in acqua e coinvolte nella comunità subacquea ?

Sfatando il mito che la subacquea sia uno sport prevalentemente ‘maschile’!

Dobbiamo sottolineare sempre che la subacquea è un’attività divertente in vacanza, che ci permette di conoscere paesi e persone nuove, ed è anche uno sport che, se praticato costantemente, ci tiene in forma senza sacrifici né sforzi.

Se poi consideriamo che in un’immersione si consumano mediamente più di 600 calorie, che si raggiungono anche i benefici di un massaggio linfodrenante, e soprattutto che ci si diverte, cosa vogliamo di più?

Suggerimenti per le donne che pensano a una carriera subacquea ?

Tuffatevi nella PADI senza indugio per realizzate concretamente i vostri sogni… GO PRO RAGAZZE!