Un’inno alla gioia subacquea secondo Michela…..

Un piccolo tassello, nel puzzle di emozioni che è la vita!

Il lavoro è finalmente finito, le ferie sono cominciate, i bagagli sono preparati, tutta l’attrezzatura subacquea è stivata in macchina ed io sono pronta e carica per questa nuova avventura ad Anterselva. Le emozioni che provo sono numerose e contrastanti: la paura che troppo spesso ha bloccato alcune mie scelte, la timidezza e l’insicurezza che troppe volte hanno sopraffatto e dominato su di me e non mi hanno permesso di godere di alcune esperienze; la speranza e l’attesa di dimostrare, soprattutto a me stessa, di riuscire ad immergere sotto il ghiaccio nonostante le basse temperature e la curiosità di vedere direttamente con i miei occhi quello di cui molti subacquei ormai raccontano da anni.
Ed eccomi qui, arrivata ad Anterselva, a piú di 1600 mt sopra il livello del mare ad osservare tutti i componenti degli istruttori del Top Dive Merano che si sincronizzano per rendere questo weekend perfetto: c’è chi monta il tendone, chi attacca bandiere, chi prepara il sito d’immersione creando con la motosega i fori nel ghiaccio,

11062264_648163141996152_6268681585954325458_n

chi si occupa di compilare la burocrazia e sistemare il magazzino con tutte le attrezzature e chi fa lezione ai corsisti ice diver ed ice instructor PADI.
Tutto è ormai pronto! Mi infilo l’attrezzatura, esco dal garage in compagnia del mio istruttore PADI ICE Dive e del mio buddy e mi avvio verso il foro per l’inizio di questa nuova avventura. I battiti del mio cuore sono accelerati, l’adrenalina e la paura mi circondano, ma lo staff del Top Dive Merano è li pronto ad aiutarmi ed incoraggiarmi in ogni momento.

Dopo il briefing pre-immersione mi siedo sul ghiaccio, assaggiando la temperature dell’acqua che mi attende, guardo gli sguardi incuriositi delle persone che mi circondano e in cuor mio capisco che questa sarà una sfida degna di essere vissuta, un’immersione particolare che mi farà crescere. Bagno il mio viso con l’acqua gelata del lago, gonfio a bocca il mio gav, scendo in acqua, aspetto che gli assistenti di superficie ci aprano le bombole, ci fissino le cime e dopo aver guardato i miei compagni faccio il segno di ok con la mano, sgonfio il gav e inizio la discesa verso una nuovo panorama sommerso, abbracciata completamente dall’acqua e dal silenzio che ne consegue. Mi trovo con la testa sotto la superficie ad osservare lo strato di ghiaccio che mi circonda e la luce del sole che penetra dal foro del lago;

11043465_648158668663266_8791393882567286308_o

sono in una dimensione nuova dove, circondata dal silenzio assoluto riesco ancora a percepire e vedere le sagome delle persone in superfice sopra il ghiaccio che fanno assistenza.10858534_648159021996564_2340578333978742730_n

Il battito del mio cuore rallenta, la mia frequenza respiratoria si normalizza, non percepisco più il freddo e rimango ammirata nell’osservare il meraviglioso spettacolo che mi ritrovo davanti agli occhi; il mondo sembra rovesciato, alzo la testa verso l’alto e osservo le bolle d’aria che, uscendo dal mio erogatore, salgono verso la superficie di ghiaccio che ci sovrasta e scappano, più o meno veloci, in direzioni diverse creano giochi di colori, luci ed ombre di forme indefinite; sotto questa immense lastra di “vetro” si creano pozze d’aria di dimensioni variabili che permettono all’immaginario di ognuno di noi di vedere sagome diverse, di modellare con il solo tocco delle nostre dita queste creazioni meravigliose e di provare emozioni indescrivibili ed indimenticabili.

 

10830712_648158745329925_46248168041515468_o

Sott’acqua il tempo si ferma, ci sei solo tu in compagnia dei tuoi amici, pronto a farti stupire dai paesaggi e dai fenomeni meravigliosi che Madre Natura ti offre, cercando di immortalare qualche bella immagine da condividere con amici, altri subacquei che condividono la tua passione e con le persone a te care.

Questo sport è in grado di regalare emozioni straordinarie e speciali; praticata in compagnia di un’ottimo team di professionisti per renderla più sicura e di un gruppo di amici impareggiabili, la subacquea permette di ricordare queste avventure così eccezionali come indimenticabili esperienze di vita. Sott’acqua non esistono diversità: si è sempre un grande gruppo di persone, vecchie, nuove, amici e conoscenti… Un gruppo unico, uno sport speciale dove non esiste la competizione, ma solo una meravigliosa collaborazione e dove ci si diverte e scherza in compagnia creando ricordi meravigliosi!
Sapete suggerirmi un modo migliore di questo per festeggiare la mia 100esima immersione? Io direi di no!
Arrivederci alla prossima immersione…

PADI DIVEMASTER 346613

Michela Di Paola

ice dive 1padi ice dive

COOL DIVE! Ice Day Top Dive Meran/o 2014

Durante l’inverno, molti subacquei, scoraggiati dal freddo, ripongono la muta in attesa di temperature piú miti.

Noi no!

La voglia di andare in acqua non ci ferma. Ed essendo sempre alla ricerca di nuove emozioni, facilitati anche dalla nostra posizione geografica, facciamo un buco in un lago ghiacciato e ci immergiamo!

No! Non è uno scherzo. E non siamo neanche matti da legare!…ok…….forse un pochino si!

L’Ice diving sembra una di quelle discipline da No Limits, ma non è cosí! Al giorno d’oggi le attrezzature come mute stagne ed erogatori sigillati ed altri accorgimenti, ci permettono di fare questo tipo di immersione con un ottimo confort ed un alto livello di sicurezza.

Ma anche la logistica vuole la sua parte. Perché sembra cosa da nulla, ma praticare un foro sulla superficie ghiacciata di un lago non è cosa semplice. Parliamo di spessori, per questioni di sicurezza, di almeno 40 cm fino nel nostro caso a 90 cm. Inoltre il sito deve essere messo in sicurezza con i fori segnalati in modo adeguato. Già, parliamo di più buchi da praticare, sagole guida da tirare e assistenza di superficie da organizzare.

La nostra scuola, seguendo le linee giuda PADI, da otto anni offre la possibilità a tutti di provare questo tipo d’immersione in massima sicurezza e con tutta la professionalità ed esperienza del nostro staff.

La location è la valle di Anterselva, con l’omonimo lago in provincia di Bolzano a 1642 m di altitudine nel mezzo delle Dolomiti.

L’esperienza di immergersi in acqua freddissima, 3-4 gradi, sotto una spessa lastra di ghiaccio, nella trasparenza di un lago alpino, vedere le bolle di scarico dei nostri erogatori sbattere sul ghiaccio, e correre in tutte le direzioni, per trovare una via di fuga verso la superficie, è un’esperienza molto particolare. Sembra che il mondo sia sottosopra.

Se hai voglia di fare qualcosa di nuovo, ed essere un po’ matto come noi, ti aspettiamo per la 9° edizione dell’ICE DAY dal 21 al 23 Marzo 2014.

Assisterai, direttamente sulla superficie ghiacciata, alla preparazione del sito e briefing immersione. La sera camminata nel bosco su di un sentiero innevato, con l’illuminazione delle nostre torce, fino a un caldo rifugio per una cena tipica Sudtirolese. E dopo un’ottima grappa, discesa fino a valle con la slitta. Il giorno seguente, rigenerati da una buona dormita e un’abbondante colazione nell’hotel direttamente sulle sponde del lago, sarà dedicato alle immersioni.

Sicuramente un weekend, fuori dal normale.

Come diciamo noi, vi aspettiamo per una “COOL DIVE”!

Top Dive Merano

www.topdivemeran.com

 006 014

Photo by Mauro Mainardi UWP