Silvia Rocchi, istruttrice subacquea PADI


padi-womens-scuba-dive-day-2015-1024x316

Silvia Rocchi ricopre il ruolo di istruttrice PADI presso la struttura romana DivingBlueWorld, PADI 5* IDC Center. Poco prima dell’evento PADI Women’s Dive Day, Pierluigi Gagliardi, Regional Manager per il centro sud, la intervista…


Quando e come hai iniziato ad immergerti?

Sette anni fa, io e quello che oggi è mio marito, partimmo per una vacanza a Zanzibar. Lui, poco prima della partenza si infortunò ad una spalla. Cocciuto come al solito decise di iscriversi al corso Open Water Diver ed io, pur di non lasciarlo solo, lo seguii terrorizzata.

Quale è il tuo attuale ruolo nella industria della subacquea?

Sono felicemente istruttore presso il DivingBlueWorld di RomaFB_IMG_1436938893789

Che cosa trovi di intrigante nella nostra industria?

La capacità di avvicinarsi e avvicinare chiunque. Guardo i corsisti e vedo le persone più svariate. Vedo tutti insieme operai, medici, avvocati, militari, massaggiatori e chi più ne ha più ne metta. Persone che forse nella vita di tutti i giorni non si sarebbero neanche mai incontrate e che invece oggi condividono il nostro meraviglioso mondo sommerso. Se la subacquea non fosse un sport per tutti, questo non sarebbe possibile.

Quali suggerimenti puoi fornire a chi si stesse avvicinando a questo percorso professionale?

Suggerirei di non dimenticare mai di essere stati allievi, di aver avuto delle paure e delle difficoltà da superare. Per noi è diventato tutto automatico, come quando si impara a guidare, ma per chi inizia è tutto nuovo. Il nostro compito è affiancarli e supportarli.

Quale è il tuo compito favorito nel lavoro di professionista della subacquea?

Io amo molto lavorare con i corsisti Open Water Diver. Ho iniziato ad immergermi con molte paure. Non riuscivo a respirare con l’erogatore e allagare la maschera era una tortura. Riuscire nella subacquea e appassionarmi al punto di farla diventare uno stile di vita è stata una vittoria con me stessa, mi sono sfidata ed ho vinto io. Immaginate la mia estasi quando vedo altre persone sfidarsi e vincere. Ogni volta rivedo me stessa e spesso al loro fianco ci sono io.FB_IMG_1436938291143

Quale è il tuo sogno nel cassetto?

Sogno di riuscire a fuggire dalla città. Mi piacerebbe trovare un posticino nel mondo, con palme, spiaggia bianca e un mare cristallino, aprire un piccolo bed and breakfast per soli subacquei e immergermi tutto il giorno.

Quale sarà il tuo prossimo livello di addestramento?

Per ora ho ancora molta strada da fare come istruttore. In futuro si vedrà…

Quali qualità secondo te aprono le porte del successo ad un professionista della subacquea?

Dobbiamo essere socievoli e affidabili, le persone devono fidarsi di noi. Dobbiamo essere pazienti ma autorevoli, dimostriamo serietà se facciamo immergere le persone in sicurezza.

Quale è stata la tua migliore esperienza nella industria subacquea?

La subacquea stessa, ha cambiato la mia vita, mi ha fatto superare i miei limiti e mi ha permesso di condividere una passione con il mio grande amore. Il corso più bello? Dive Master! Ha dato una chiave nuova a tutte le nozioni imparate fino a quel momento.

Quale sarà il tuo prossimo obbiettivo professionale?

Il riconoscimento di Master Scuba Instructor. Il futuro riserva sempre sorprese!FB_IMG_1436945104670

Grazie Silvia per le tue risposte e per il tempo dedicatoci. Ti auguro sinceramente di trovare quel luogo tropicale dove immergerti tutto il giorno e condividere la tua grande passione per l’insegnamento della subacquea.

Grazie Pierluigi!