Intervista a Monica Restivo PADI OWSI.

In attesa del 16 Luglio data del Woman Dive Day 2016 Fabio Figurella RM PADI ha intervistato Monica Restivo che a Maggio 2015 ha deciso di fare il Crossover con PADI aprendo il suo Centro Blue Aura a Santa Flavia (PA)

IMG_1320

Perché/Come hai fatto a diventare un subacqueo PADI?

Sono diventata istruttrice subacquea nel 2002 con un’altra agenzia didattica. Nel maggio del 2015 ho fatto il cross-over per diventare istruttrice PADI spinta da una serie di motivazioni quali: professionalità, supporto didattico, competenza e prestigio internazionale.

 

Cosa significa PADI per te?

La PADI per me è una grande famiglia, un network prestigioso con referenti sempre a tua disposizione pronti a esaudire ogni tua richiesta in ambito didattico. Il connubio perfetto tra la grande passione per il mare e la professione.

Che cosa significa per te essere un sub donna?

Penso che la subacquea non faccia distinzioni di sesso. La passione è la stessa sia per gli uomini che per le donne.

Quale è il tuo sogno di immersione?

Ogni immersione racconta una sua storia, ha un suo significato più o meno soggettivo. Il mondo è pieno di posti meravigliosi dove immergersi ma se dovessi sceglierne uno sarebbe il Messico con i suoi Cenotes.

Quale è il tuo miglior momento in immersione?

La cosa che mi gratifica di più durante una immersione è percepire la felicità e lo stupore negli occhi di chi porto in acqua per la prima volta (corsisti) ed anche quel senso di libertà che solo il mare può darti.

Quali sono i tuoi piani per il WDD quest’anno? Come istruttore PADI, hai qualche suggerimento per i sub per il PADI WDD del 16 Luglio 2016?

Organizzare una immersione dove le donne siano le protagoniste e a tal fine l’unico suggerimento che posso dare è quello di divertirsi e godere di ogni istante della giornata in cui ci saranno delle agevolazioni particolari dedicate alle donne. Inoltre proporrei di destinare parte del ricavato della manifestazione per associazioni benefiche dedicate a problematiche inerenti il mondo femminile.

Quali sono le sfide più importanti e le opportunità che le donne hanno nel mondo delle immersioni?

Riuscire a raggiungere obiettivi che fino a qualche tempo fa erano esclusivamente un requisito del mondo maschile.

Come possiamo avere più donne in acqua e coinvolte nella comunità subacquea?

Ampliando le conoscenze e divulgando la fruibilità dell’attività subacquea a 360 gradi focalizzando l’attenzione sul fatto che non ci sono limiti alla conoscenza ed al divertimento in mare.

Suggerimenti per le donne a pensare ad una carriera subacquea?

Quando si riesce a coniugare la passione con la carriera allora il risultato è assicurato. Le soddisfazioni e le gratificazioni personali sono sempre dietro l’angolo…. Forza ragazze Diving is fun !!!!!

Monica Restivo – [email protected]