Un Tocco Perfetto

OWT_600x315

Ora, oltre che col classico manuale con video od il PADI Open Water Diver Online, i tuoi studenti subacquei dispongono di un altra rivoluzionaria opzione per apprendere la teoria dell’immersione: il PADI Open Water Diver Touch™! Ma cos’ha di diverso il PADI Open Water Diver Touch, e come puoi integrarlo nei tuoi corsi PADI Open Water Diver?

Il PADI Open Water Diver Touch è una pubblicazione digitale, decisamente interattiva, che ingloba  testi ed esercizi del PADI Open Water Diver Manual, collegamenti al sito web e contenuti dell’Open Water Diver Video: gli studenti subacquei fanno i Ripassi delle Conoscenze online – direttamente tramite la “app”, che a sua volta genera un eRecord (del tutto simile a quello che ricevono gli studenti del PADI eLearning). A questo punto, gli studenti subacquei vengono da te per completare i quattro quiz e l’esame finale del corso Open Water Diver.

Mentre il procedimento generale è lo stesso delle altre opzioni di sviluppo teorico, eccoti alcune raccomandazioni che ti preghiamo considerare quando integri nei tuoi corsi anche il PADI Open Water Diver Touch:

Prepara i tuoi studenti

  • Se possibile, fai che i tuoi studenti riscattino il loro codice di accesso al Touch e scarichino la PADI Library App nello stesso momento in cui acquistano il prodotto: in questo modo potrai guidarli in tutto il procedimento. Devono registrarsi presso la PADI Library App proprio per poter vedere che il PADI Open Water Diver Touch e la mRDPML sono disponibili per il download.
  • Procurati la tua copia del Touch, e familiarizzati tu stesso col suo funzionamento: la navigazione sarà cosa semplicissima per molti utenti già abituati all’uso dei tablet, mentre coloro che non conoscono le pubblicazioni interattive potrebbero aver bisogno di qualche aiuto.
  • Conduci una breve sessione di orientamento servendoti di un tablet per la dimostrazione, e dimostra agli studenti subacquei come servirsi del Touch per studiare indipendentemente. Concentrati sulla sezione “Ottenere il massimo dal Corso PADI Open Water Diver ” che trovi nell’Introduzione, accedi agli Obiettivi di Apprendimento dei primi argomenti e serviti dei frequenti esercizi per verificare che gli studenti abbiano compreso il tutto.

Ripassi delle Conoscenze

  • Utilizzando come esempio uno dei Ripassi delle Conoscenze, clicca sul collegamento a “Fai un Ripasso delle Conoscenze” e mostra agli studenti come registrarsi nel sito dei Ripassi delle Conoscenze servendosi dello stesso indirizzo email/password che hanno usato per registrare il loro Touch. Una volta entrato, mostra loro come scegliere il giusto Ripasso delle Conoscenze e come venga richiesto loro di inserire nuovamente le proprie credenziali: questa volta, prima la password e poi l’indirizzo email. Rivedi una o due domande, e mostra come il sistema permetta di “rimediare” qualora si commetta un errore: sottolinea quanto sia importante che, prima di rispondere nuovamente, rileggano quella specifica informazione. Questa “riparazione” include anche il titolo della sotto-sezione del Touch dove, in seguito, gli studenti possono tornare per rileggere nuovamente l’argomento.
  • Gli studenti, esattamente come in qualsiasi altro formato dello sviluppo teorico, alla fine di un Ripasso delle Conoscenze hanno l’opportunità di rivederne le domande: prima di proseguire con un’altra sezione, possono ripassare qualsiasi argomento e se, tuttavia, questo non fosse ancora sufficientemente chiaro, avrà comunque attirato la loro attenzione prima che affrontino il quiz di quella sezione o l’esame finale.
  • La pagina del Touch che gli studenti “sfogliano”  dopo aver completato ciascun Ripasso delle Conoscenze contiene importanti informazioni: li informa che – dopo il completamento di ogni Ripasso delle Conoscenze – riceveranno un’email e spiega loro come accedere al proprio Knowledge Review eRecord.

Non perderti la prossima edizione, che tratterà argomenti quali gli eRecord, i referral e l’mRDPML: per altre informazioni sull’utilizzo del PADI Open Water Diver Touch ti preghiamo far riferimento alle edizioni del secondo trimestre del The Undersea Journal e del Training Bulletin.

Leave a Reply